Versione Beta

Cerca

Vatican News

Il Papa prega per la pace in Africa

Nel ricordo della Beata suor Leonella Sgorbati, Francesco recita una Ave Maria a “Nostra Signora dell’Africa”

Michele Raviart – Città del Vaticano

Una Ave Maria a “Nostra Signora dell’Africa”, affinché porti pace nel continente è stata recitata al termine dell’Angelus da Papa Francesco. “Preghiamo insieme per l’Africa, perché ci sia la pace lì”, ha detto il Pontefice, ricordando la storia di suor Leonella Sgorbati, beatificata ieri a Piacenza e uccisa nel 2006 a Mogadiscio, capitale della Somalia in odio alla fede.

Un pegno di speranza per l’Africa

“La sua vita spesa per il Vangelo e al servizio dei poveri, come pure il suo martirio, rappresentano un pegno di speranza per l’Africa e per il mondo intero”, ha affermato Papa Francesco.

Un continente in guerra

Oltre alla lotta contro il terrorismo islamico nel Nord Africa e in Paesi come la Nigeria e il Mali, molti sono i confitti in corso in Africa e spesso Papa Francesco ha lanciato appelli per la pace in Repubblica Democratica del Congo, in Repubblica Centrafricana e in Sud Sudan.

Tenerezza per i malati

In occasione della “Giornata del Sollievo”, Papa Francesco ha poi salutato quanti si sono radunati al Policlinico Gemelli “per promuovere la solidarietà con le persone affette da gravi malattie”. “Esorto tutti a riconoscere i bisogni anche spirituali delle persone malate e stare loro vicino con tenerezza”, ha detto il Papa.

27 maggio 2018, 13:00