Cerca

Vatican News

VNS – SPAGNA Canarie, eruzione vulcano. La Caritas diocesana di Tenerife accanto alla popolaziona colpita

VNS – SPAGNA Canarie, eruzione vulcano. La Caritas diocesana di Tenerife accanto alla popolaziona colpita

(VNS) – 30set21 - Da quando il vulcano Cumbre Vieja sull’isola delle Canarie di La Palma ha iniziato ad eruttare, il 19 settembre, la Caritas diocesana di Tenerife si è messa a disposizione dell'arcipretura di Los Llanos de Aridane, creando un gabinetto di crisi, raccogliendo donazioni con la campagna "Ogni gesto conta", coordinando tutte le operazioni di soccorso nella zona e richiedendo il supporto di Caritas Spagna nella gestione dell'emergenza.

Sono state molte le Caritas diocesane che hanno dimostrato la loro solidarietà, contribuendo finanziariamente alla campagna o facilitando il contatto con i donatori della zona che desideravano collaborare. Al punto tale che, al 28 settembre, la campagna è riuscita a raccogliere più di 350.000 euro, che saranno utilizzati per alleviare questa situazione drammatica.

Durante la prima riunione del gabinetto di crisi, i sacerdoti di La Palma e gli agenti della zona hanno illustrato la grave situazione, dopo che la lava ha distrutto almeno 400 abitazioni, oltre 15 km di strade e almeno 7 mila persone sono state evacuate. Le famiglie che hanno perso le loro case non stanno utilizzando i macrospazi allestiti dalle autorità, ma hanno trovato rifugio dai loro familiari e amici, secondo quanto riportato dai religiosi. Questi ultimi hanno  informato circa l’allestimento di spazi parrocchiali per accogliere gli sfollati e riferito che il Vescovado di Tenerife ha messo a disposizione altre due case e continua a ricevere chiamate da privati che mettono le loro abitazioni a disposizione delle persone colpite. Le tante donazioni hanno portato le amministrazioni della zona a chiedere di fermare la raccolta di vestiti e di alimenti di base non potendo più riceverne.

L’intenzione da parte di tutti è quella di agire pianficando un’azione a medio e lungo termine, concentrandosi sul problema delle abitazioni, sulla ripresa economica e sull'occupazione, nella consapevolezza di essere di fronte ad una crisi che durerà anni. E quando l’attenzione generale, così come la solidarietà, scemerà, quello sarà il momento in cui l'azione della Chiesa dovrà farsi sentire.

Lunedì scorso, durante l’incontro tra le comunità parrocchiali della zona e gli agenti della Caritas, al quale ha preso parte anche Manuel Bretón, presidente di Caritas Spagna, le stesse comunità parrocchiali che hanno perso tutto, sostenute dalla loro fede, hanno mostrato la volontà di continuare a dare il loro contributo alla Caritas.

Vatican News Service - AP

30 settembre 2021, 11:03