Cerca

Vatican News

VNS ITALIA Il Rinascimento Europeo e la spiritualità di Antoine de Lonhy in mostra a Torino

VNS ITALIA Il Rinascimento Europeo e la spiritualità di Antoine de Lonhy in mostra a Torino

Pittore, miniatore, maestro di vetrate, scultore e autore di disegni per ricami. Nella seconda metà del Quattrocento Antoine Lonhy fu un protagonista del Rinascimento piemontese. Originario di Autun, in Borgogna, nelle sue opere eseguite nel corso dei numerosi viaggi - dalla Francia alla Spagna, all’Italia - si trova la sintesi di tutti i fermenti dell’arte europea a lui contemporanea. 

La mostra “Il Rinascimento europeo di Antoine de Lonhy”, allestita a Palazzo Madama di Torino dal 7 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022 e già in corso al Museo Diocesano di Susa fino al 7 novembre prossimo, ricostruisce finalmente il catalogo di un artista poliedrico, con tavole dipinte e codici miniati, comprese opere mai esposte al pubblico provenienti da Europa e Stati Uniti.

“La Borgogna del primo Quattrocento è il contesto nel quale Antoine de Lonhy si forma e dal quale trae nutrimento”, spiega in anteprima a Vatican News il curatore Simone Baiocco. “Questo artista si specializza nella tecnica della pittura delle vetrate: è chiamato a lavorare prima a Tolosa, poi a Barcellona ed infine ad Avigliana in provincia di Torino dove svolge una lunga attività ed esegue pitture, codici miniati; dirige una bottega di  scultori in legno e ha contatti con maestri che lavoravano la terra cotta; esegue disegni per ricami”.

In mostra tra i capolavori, prestiti nazionali ed internazionali, si segnalano, dalla British Library di Londra, il breviario di Saluzzo, i frammenti di affresco provenienti dalla chiesa di Notre-Dame de la Dalbade ed il polittico destinato al monastero della Domus Dei di Miralles, vicino a Barcellona, esposto insieme ad altri due pannelli che in origine erano parte dello stesso complesso.

Vatican News Service - PO

29 settembre 2021, 13:21