Cerca

Vatican News

VNS – IRLANDA Il 18 e 19 settembre, nell’arcidiocesi di Dublino, raccolta fondi per sostenere Crosscare, da anni al fianco dei più bisognosi

VNS – IRLANDA Il 18 e 19 settembre, nell’arcidiocesi di Dublino, raccolta fondi per sostenere Crosscare, da anni al fianco dei più bisognosi

 

VNS – 14set21 – Crosscare, l’agenzia per il supporto sociale dell’arcidiocesi di Dublino, in Irlanda, lancia un appello per l’annuale raccolta fondi prevista questo fine settimana per sostenere senzatetto, garantire servizi comunitari e aiuti per giovani, migranti e rifugiati. L’impatto della pandemia globale continua ad incidere sulla domanda di servizi essenziali che nel 2020 è cresciuta notevolmente, mentre i finanziamenti sono diminuiti. Crosscare fornisce alloggi e supporti a famiglie e individui, servizi di ristorazione - attraverso i suoi banchi alimentari e i bar comunitari -, ed è al fianco di giovani, migranti e rifugiati a Dublino e a Wicklow. Con l’inizio dell’emergenza sanitaria Crosscare ha ampliato al massimo le sue attività fornendo 100 letti extra a senzatetto nel rispetto delle norme anti-Covid, e alcune famiglie, che non avevano mai avuto bisogno di sostegno, si sono rivolte all’organizzazione benefica. In totale Per lo scorso anno scorso 750 persone (singoli, coppie e famiglie) hanno soggiornato nei Crosscare Homeless Services; 3mila persone, senzatetto o che rischiavano di perdere la propria casa, sono state aiutate dai team di informazione e advocacy; migliaia di bambini e giovani sono stati supportati dal Crosscare Youth Services, dal Teen Counseling e grazie a programmi contro la droga e l’alcol; sono state effettuate oltre 60mila telefonate di supporto a persone anziane e sole; 9.500 persone provenienti da 122 paesi hanno chiesto aiuto al servizio per rifugiati e migranti di Crosscare. In una lettera a quanti sollecitano il sostegno a Crosscare, l’arcivescovo di Dublino, monsignor Dermot Farrell, afferma che nel 2021, mentre le famiglie affrontano una maggiore incertezza e insicurezza a causa della pandemia, senzatetto e bisognosi continuano a fare affidamento su Crosscare per avere un tetto, cibo, aiuto e supporto. Il lavoro di Crosscare con i giovani a rischio è invece proseguito, aggiunge il presule, ed è cresciuto tra le sfide dei lockdown e l’impatto sulla salute mentale e sulla stabilità di adolescenti e giovani adulti. “Ogni giorno, persone bisognose di sostegno sono accolte da Crosscare con uno spirito di rispetto, dignità e amore – afferma monsignor Farrell -. Quanti lavorano per Crosscare prendono molto sul serio il loro impegno e le loro responsabilità - prosegue - e vi esorto a sostenerli ancora una volta”. Conor Hickey, Ceo di Crosscare, ha dichiarato che il 2021 si sta rivelando un altro anno impegnativo poiché la domanda sui servizi è aumentata ancora. “Purtroppo, la crisi del Covid colpisce in particolare i più vulnerabili” chiarisce, specificando che i servizi che Crosscare fornisce dipendono dai fondi raccolti attraverso la campagna annuale.

 

Vatican News Service – TC

 

 

14 settembre 2021, 11:56