Cerca

Vatican News

VNS – SPAGNA Giubileo Santiago de Compostela. Monsignor Barrio: tempo di grazia, guarigione e incontro

VNS – SPAGNA Giubileo Santiago de Compostela. Monsignor Barrio: tempo di grazia, guarigione e incontro

(VNS) – 26lug21 – L’Anno Santo Giacobeo è “un tempo di grazia, guarigione e incontro”: questo il cuore dell’omelia pronunciata ieri, 25 luglio, dall’Arcivescovo di Santiago de Compostela, in Spagna, Monsignor Julián Barrio Barrio. Nella festa dell’Apostolo Giacomo, il presule ha presieduto la Santa Messa nella Cattedrale cittadina; una celebrazione che, quest’anno, ha avuto un valore aggiunto, poiché si è tenuta nel “Giubileo compostelano”: l’evento si celebra ogni volta che il 25 luglio cade di domenica, come avvenuto nel 2021. Alla Messa hanno preso parte anche i Reali di Spagna. "San Giacomo – ha detto Monsignor Barrio – ci ricorda la necessità di identificarci con la storia e la persona di Cristo, nella paziente ricerca della verità per promuovere la cultura della cura comune che ci permette di comprendere l'unità e la storia dei popoli della Spagna, strutturata con ciò che è comune a tutti e ciò che è specifico di ciascuno". All’intercessione dell’Apostolo, dunque, l’Arcivescovo ha affidato “tutti i popoli della Spagna, affinché possano mantenere una convivenza fraterna senza dimenticare le loro radici".

“San Giacomo – ha invocato poi il presule – fai risuonare la speranza!”, così che tutti possano “abbracciare la novità liberatrice del cristianesimo per dare risposte credibili alle domande” esistenziali di ciascuno. Il sentimento dell’ignoto, infatti, “sta generando incertezza sul futuro” ed è per questo che, “in una civiltà occidentale dall’anima impoverita, c’è bisogno di Cristo, Colui che dà speranza affinché la vita non sia condannata ad essere priva di significato”. Ma la speranza cristiana, ha ribadito Monsignor Barrio, “è inseparabile dall’amore solidale, perché esercitare la carità è il modo per rendere credibile l’amore di Dio che non abbandona nessuno”.

“La missione della Chiesa – ha aggiunto l’Arcivescovo iberico – è quella di condurre le persone a Dio, ma anche di spingere tutti gli uomini di buona volontà a prendere coscienza della radice dalla quale provengono i mali, affinché pongano rimedio alle ingiustizie e alle condizioni deplorevoli in cui vivono molte persone”. Quindi, il presule ha levato una preghiera per tutte le vittime della pandemia da Covid-19 (in Spagna, ad oggi 26 luglio, si contano 4,28 milioni di contagi ed oltre 81mila decessi), per tutti gli operatori sanitari in prima linea e per coloro che hanno perso la vita “a causa della violenza, che è sempre irragionevole”.

Infine, dall’Arcivescovo Barrio anche un forte invito ai governanti affinché con “fortezza, generosità e costanza, cerchino il rinnovamento etico e morale della società”. Tra i concelebranti della Santa Messa, anche l’Arcivescovo emerito di Madrid, Cardinale Antonio María Rouco Varela, e il segretario della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le società di vita apostolica, Monsignor José Rodríguez Carballo.

Iniziato il 31 dicembre 2020, con l’Apertura della Porta Santa della Cattedrale compostelana che custodisce le spoglie di San Giacomo, l’Anno Santo ha per tema "Esci dalla tua terra! L'apostolo ti aspetta". Per l’occasione, lo scorso anno Papa Francesco ha inviato un messaggio all’Arcivescovo Barrio in cui scrive: “Seguendo le orme dell'Apostolo lasciamo il nostro sé, quelle sicurezze a cui ci aggrappiamo, ma con un obiettivo chiaro in mente, non siamo esseri erranti, che ruotano sempre intorno a se stessi senza arrivare da nessuna parte. È la voce del Signore che ci chiama e, come pellegrini, la accogliamo in atteggiamento di ascolto e di ricerca, intraprendendo questo viaggio per incontrare Dio, gli altri e noi stessi”.

La conclusione del Giubileo era prevista, inizialmente, per la fine del 2021, ma il Pontefice ha autorizzato la sua prosecuzione anche per il 2022, a causa del perdurare della pandemia da Covid-19 che non permette il normale svolgimento dei pellegrinaggi.

Vatican News Service – IP

26 luglio 2021, 09:01