Cerca

Vatican News

VNS - EUROPA-USA I vescovi chiedono un rinnovato partenariato in vista del vertice UE-USA

VNS - EUROPA-USA I vescovi chiedono un rinnovato partenariato in vista del vertice UE-USA

(VNS) – 8giu21 E’ intitolata “Responsabilità condivisa per l'intera famiglia umana” e si ispira alla “Fratelli Tutti” di Papa Francesco, la nota congiunta della Commissione delle Conferenze Episcopali Europee e della Conferenza episcopale statunitense nella quale, in vista del vertice di giugno prossimo dei leader politici Ue e Usa, viene chiesto il rinnovo e il consolidamento dei legami transatlantici in nome dei valori condivisi (e radicati) di libertà, democrazia, stato di diritto, giustizia e rispetto della vita umana. Poiché molte persone e famiglie in tutto il mondo stanno ancora affrontando un periodo di grave incertezza a causa della pandemia, il Card. Jean-Claude Hollerich e Mons. José Horacio Gómez, Presidenti rispettivamente della COMECE e della USCCB, auspicano che “l'imminente summit porti a ridefinire le priorità comuni al servizio di una ripresa giusta e centrata sulle persone, intensificando gli sforzi comuni per un mondo più pacifico, e rafforzando l'impegno per una efficace cura della nostra casa comune".  Mentre la vaccinazione procede a ritmi spediti, sia nel Vecchio Continente che negli Stati Uniti, i Vescovi ricordano ai leader politici che la maggior parte dei paesi sono ancora lontani dalla prospettiva di un mondo post-Covid, e li incoraggiano ad accelerare gli sforzi, anche attraverso lo strumento COVAX, per garantire un equo accesso ai vaccini per tutti, specialmente i più poveri e i vulnerabili. Il partenariato COVAX, infatti, di cui fanno parte Gavi, l’Alleanza Vaccini, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l’Unicef e la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI), permette di condividere competenze e esperienze e allestire una rete di distribuzione del vaccino unica. Nella dichiarazione i vescovi esortano UE ed USA ad essere “fari per tutta la comunità e motori per un rinvigorimento della cooperazione multilaterale. Ascoltando il grido della terra e dei poveri” prosegue il comunicato “la Chiesa cattolica chiede anche ai leader di guardare all’ecologia integrale, così come delineato nel Laudauto si’. Ovvero affrontare le questioni legate al cambiamento climatico come un'opportunità per migliorare le condizioni generali di vita, la salute, i trasporti, l'energia e la sicurezza, e per creare nuove opportunità di lavoro”. I vescovi confidano in una partnership “fruttuosa e reciprocamente vantaggiosa” non solo per i cittadini europei e americani, ma per l'intera famiglia umana.

Vatican News Service DD

08 giugno 2021, 12:57