Cerca

Vatican News

VNS – UCRAINA Celebrata prima Giornata in memoria degli ucraini che hanno salvato gli ebrei

VNS – UCRAINA Celebrata prima Giornata in memoria degli ucraini che hanno salvato gli ebrei

(VNS) – 17mag21 – Ucraina, 30 settembre 1941: alla periferia della capitale, Kiev, occupata dai nazisti, circa 34mila ebrei vengono massacrati nel burrone di Babyn Yar. Insieme a loro, vengono uccisi anche ucraini, rom e prigionieri di guerra. In memoria delle vittime e, soprattutto, in omaggio a tutti coloro che hanno cercato di evitare la strage, l’Ucraina ha recentemente istituito il 14 maggio come “Giornata della memoria degli ucraini che salvarono gli ebrei durante la seconda Guerra Mondiale”. Venerdì scorso, dunque, la ricorrenza è stata celebrata per la prima volta, alla presenza dell’Arcivescovo maggiore di Kiev-Halyic, Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, nonché dei rappresentanti del Consiglio Panucraino delle Chiese e delle organizzazioni religiose, che riunisce cristiani di diverse confessioni, ebrei e musulmani.

La Giornata ha visto, in particolare, un momento di preghiera proprio a Babyn Yar, durante il quale l’Arcivescovo maggiore ha affermato: “Vogliamo trasformare in preghiera la voce del sangue versato qui. Gli ucraini che hanno salvato gli ebrei durante l’Olocausto della seconda Guerra Mondiale verranno, poi, chiamate in Ucraina e nel mondo ‘giusti tra le nazioni’". E questo, ha aggiunto Sua Beatitudine Shevchuk, è “un messaggio all’Ucraina e al mondo”, affinché ovunque si ricordino “le vittime di tutti i genocidi causati da regimi totalitari”.

Vatican News Service – IP

17 maggio 2021, 12:24