Cerca

Vatican News

VNS – SRI LANKA #coronavirus Terza ondata Covid: sospese le funzioni religiose

VNS – SRI LANKA #coronavirus Terza ondata Covid: sospese le funzioni religiose

(VNS) – 4mag21 – Una terza ondata di Covid-19 sta colpendo il Paese. La Chiesa, a causa del peggioramento della situazione, ha nuovamente sospeso le funzioni religiose, i matrimoni e le attività domenicali, consentendo solo ad un un massimo di 25 persone di partecipare alle esequie funebri. Università, scuole ed asili resteranno chiusi fino a nuovo avviso.

In Sri Lanka, negli ultimi giorni, è triplicato il numero dei contagi e aumentato il numero dei morti. La situazione è molto grave – ha riferito ad UCA News uno specialista del Colombo National Hospital -, e molti ospedali sono vicini al collasso. Alcuni pazienti – ha aggiunto - sono morti a casa anche a causa della mancanza di ambulanze. Un sacerdote cattolico dell'arcidiocesi di Colombo ha raccontato inoltre che, secondo i medici, ci sarà presto mancanza di ossigeno medicinale nel Paese, che al 2 maggio ha registrato 696 morti per coronavirus.

La chiesa di Cristo Re di Pannipitiya, a Colombo, ha annunciato sui social media che tutte le celebrazioni religiose saranno sospese fino a nuova disposizione e la chiesa di San Sebastiano, a Moragoda, a Gampaha, ha annullato tutte le Messe della domenica e dei giorni feriali.

Le autorità sanitarie – riporta UCA News - hanno incolpato il governo per aver permesso che i festeggiamenti del Capodanno Sinhala e Tamil andassero avanti fino a metà aprile. I medici avevano avvertito, infatti, che i casi di coronavirus sarebbero aumentati dopo le feste. Tuttavia, il governo ha ignorato l'avvertimento.

Il Ministro del Turismo, Prasanna Ranatunga, ha affermato che il governo ha preso tutte le misure possibili per controllare la terza ondata della pandemia e che sta prestando ora maggiore attenzione al rafforzamento del settore sanitario per far fronte ai cambiamenti che potrebbero verificarsi in futuro.

In Sri Lanka, il numero di casi di Covid-19 è salito a 111.705, con 1.843 nuovi casi segnalati il 2 maggio.

Vatican News Service - AP

 

04 maggio 2021, 12:41