Cerca

Vatican News

VNS – BOLIVIA Appello della Chiesa alla riconciliazione nel Paese

VNS – BOLIVIA Appello della Chiesa alla riconciliazione nel Paese

(VNS) – 3mag21 - Monsignor Oscar Aparicio, arcivescovo di Cochabamba e vicepresidente della Conferenza episcopale boliviana, nella sua omelia ieri, pronunciata nella Basilica Minore di San Francesco a La Paz, di fronte alla crescente polarizzazione nel Paese ha ribadito l'appello della Chiesa alla riconciliazione tra i fratelli boliviani e a portare frutti abbondanti “rimanendo radicati nel Signore”.

Il presule ha ricordato la chiamata della Chiesa a tutti i discepoli missionari “per costruire una patria di riconciliazione, amore e perdono” e, oggi più che mai, “la chiamata fondamentale ad essere riconciliati, a riconciliarci, a guardarci in faccia”, nonché ad essere capaci di amarci, aiutarci e perdonarci, in un tempo in cui la popolazione è sempre più indifesa di fronte alla pandemia, alla mancanza di lavoro e alla povertà crescente.

"Sappiamo – ha affermato - che uno dei maggiori dolori è stato quello della pandemia, ma a questa angoscia si è aggiunta una crescente polarizzazione politica che ha provocato divisioni e instabilità sociale e ha eroso le nostre energie in scontri che paralizzano la costruzione di un progetto comune e pieno di speranza per il Paese". “È vero – ha spiegato - che siamo molto diversi, ma questa diversità culturale non può essere un motivo di scontro, piuttosto una forza e una piattaforma per andare verso l'unità e trovare soluzioni consensuali ai problemi comuni”.

Ricordando il messaggio finale della 108.ma Assemblea Plenaria di due settimane fa e che "da quando c'è stato questo comunicato, abbiamo assistito a tanta violenza, tanti femminicidi, tanto odio, tanto risentimento”, l’arcivescovo ha ribadito che “di fronte a tutte queste situazioni di sofferenza, come pastori sentiamo la responsabilità di parlare alla luce del Risorto, che ci chiede di essere testimoni di vita nuova, di speranza e di riconciliazione", che "ci portano alla fraternità e a vivere una cultura dell'incontro".

Vatican News Service - AP

 

 

03 maggio 2021, 16:42