Cerca

Vatican News

VNS – SUD SUDAN L'Amecea invoca pace e conversione dei cuori dopo attacco a padre Carlassare

VNS – SUD SUDAN L'Amecea invoca pace e conversione dei cuori dopo attacco a padre Carlassare

(VNS) – 30apr21- Pace, riconciliazione e conversione dei cuori: sono questi gli auspici per il Sud Sudan, invocati dall’Amecea (Associazione delle Conferenze episcopali dell’Africa Orientale), dopo l’attacco perpetrato contro il padre Christian Carlassare, vescovo eletto di Rumbek, in Sud Sudan. Il religioso comboniano, nominato lo scorso 8 marzo e in attesa dell’ordinazione episcopale prevista per il 23 maggio, è stato ferito alle gambe da due sicari che gli hanno sparato nella notte tra il 25 e il 26 aprile, mentre si trovava nella sua abitazione. Al momento, il sacerdote è ricoverato in ospedale a Nairobi, in Kenya, per essere sottoposto alle cure necessarie. “Tutti coloro che sono collegati alla sparatoria – afferma l’Amecea – siano assicurati alla giustizia e il buon Dio, che cerca la riconciliazione di tutta l’umanità, possa intervenire per la conversione dei loro cuori”.

Sulla stessa linea anche la Conferenza episcopale del Sudan e del Sud Sudan che, in una nota, invoca giustizia e prega per i colpevoli, esortando al contempo le autorità di Juba ad “agire seriamente per identificare i responsabili ed assicurarli alla giustizia”. La medesima richiesta viene avanzata dal vescovo di Tombura-Yambio, Monsignor Barani Eduardo Hiiboro Kussala, il quale afferma: "Condanniamo con forza questo atto di cattiveria e di barbarie e chiediamo a tutti di resistere insieme in questo difficile momento di sfida, sostenendo i valori cristiani come l'amore, la solidarietà, la cura, l'unità, il perdono e la pazienza". “Attaccare una persona innocente e indifesa – aggiunge il presule – è un atto di vigliaccheria, profondamente sbagliato”. Infine, da Monsignor Kussala giunge un grande ringraziamento a tutti i missionari che operano in Sud Sudan: “La gente li ama – conclude il presule – perché la Chiesa del Paese è nata ed è cresciuta proprio grazie ai sacrifici di molti fratelli e sorelle missionari”. Da ricordare che anche Papa Francesco ha espresso vicinanza a padre Carlassare: “Il Papa prega per lui”, ha riferito il 27 aprile Matteo Bruni, direttore della Sala Stampa della Santa Sede.

Vatican News Service -IP

30 aprile 2021, 18:45