Cerca

Vatican News

Verso un “noi” sempre più grande: curare chi è ferito

In vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2021 che si celebra il 26 settembre, prosegue la campagna del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale

Curare chi è ferito, allontanando ogni paura: è un altro passo verso la Giornata Mondiale del Migrante e Rifugiato che ricorre il prossimo 26 settembre 2021. 

Nel cammino di avvicinamento alla Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2021, il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale ha promosso una campagna di comunicazione incentrata sul tema scelto dal Papa: Verso un “noi” sempre più grande

In questo video, nelle lingue francese, inglese, spagnolo, olandese, portoghese e tedesco, Papa Francesco invita la Chiesa a uscire per le strade delle periferie esistenziali per curare chi è ferito e cercare chi è smarrito, senza paure o pregiudizi. E invita ogni battezzato a sentirsi parte di un’unica Chiesa, un’unica casa, un’unica famiglia.  

Nel nuovo filmato inedito, viene raccolta anche la testimonianza di un sacerdote che, lungo la rotta Balcanica, cura le ferite dei tanti migranti che si trovano a vivere in condizioni terribili.

In vista del 26 settembre, la Sezione Migranti e Rifugiati è pronta a ricevere testimonianze scritte o multimediali, video e fotografie dalle Chiese locali e da attori cattolici che mostrino l’impegno nella pastorale con i più vulnerabili.  Il materiale può essere inviato a media@migrants-refugees.va

06 luglio 2021, 15:30