Cerca

Vatican News
Papa Giovanni Paolo I, Albino Luciani Papa Giovanni Paolo I, Albino Luciani 

Giovanni Paolo I, il ritorno a Roma dell’Archivio privato

L'intervento su L'Osservatore Romano del patriarca di Venezia, in occasione del trasferimento dell’Archivio storico privato di Papa Luciani dal Patriarcato di Venezia a Roma

✠ Francesco Moraglia - Città del Vaticano

Uno dei primi atti di attività della Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I ha interessato Venezia ed è consistito nel recupero e nel “ritorno” a Roma dell’archivio personale del Santo Padre, già Patriarca, Albino Luciani. Tale documentazione, fino ad ora, era custodita nella sede dell’Archivio storico diocesano che, comunque, ne manterrà una copia, a testimonianza e a beneficio del nostro Patriarcato.

A Venezia, come in tante parti del Nordest, il ricordo di Albino Luciani è vivo e ben presente nel cuore di molti. Risalta tuttora la fisionomia spirituale di questo figlio della terra veneta che fu, per oltre otto anni, Patriarca di Venezia e poi Sommo Pontefice della Chiesa cattolica restando, però, sempre un mite e coraggioso lavoratore della vigna del Signore.

Uomo obbediente a Dio e al Suo progetto, fu chiamato a compiti ardui in tempi difficili, complicati e turbolenti - in campo ecclesiale e sociale - come la stessa storia attesta in modo chiaro.

Per Albino Luciani, anche quando divenne Giovanni Paolo I, la priorità e l’attenzione andarono all’annunzio del Vangelo senza mai lasciarlo in “seconda battuta” o banalizzandolo, stando sempre con essenzialità dinanzi al mondo senza temerlo e senza scendere a compromessi, servendo una comunità ecclesiale talora ferita, altre volte fragile, e senza cedere alla tentazione di conquistarsi facile notorietà ma caricandosi sempre della sua personale responsabilità e sofferenza.

Per questo la sua figura, esile fisicamente e soprattutto per così breve tempo “concessa” alla Chiesa universale (come spesso si è detto «magis ostentus quam datus»), continua a diffondere una nostalgia di santità, umiltà e vera autenticità.

Auguro che la Fondazione intraprenda sempre più l’opera di diffusione del suo patrimonio religioso e culturale affinché si possa conoscere meglio la bella “sorpresa” che Dio ha voluto riservare, un giorno, alla sua Chiesa e al mondo ponendo Albino Luciani sulla cattedra di Pietro.

✠ Patriarca di Venezia

28 aprile 2021, 15:00