Cerca

Vatican News
Un'immagine del programma "Sentieri Musicali" Un'immagine del programma "Sentieri Musicali" 

Al via “Sentieri Musicali”, cammini di note guidati dalle parole dei Papi

Su Radio Vaticana, per 8 domeniche a partire dal 14 marzo, Tommaso Chieco conduce dalle 15 un nuovo programma che propone brani musicali di qualità, guidati dagli interventi di san Giovanni Paolo II, il Papa emerito Benedetto XVI e Francesco. La prima puntata dedicata alla musica, fra gli altri temi la natura, i diritti umani, lo sport, la fratellanza, la pace, la preghiera

Alessandro Di Bussolo – Città del Vaticano

Ascoltare musica di qualità e di tutti i generi, guidati dalle parole dei Papi. Questa è l’idea che muove il nuovo programma di Radio Vaticana “Sentieri Musicali”, in onda per otto puntate a partire da domani, domenica 14 marzo, dalle 15 alle 15.30, e fino al 2 maggio, curato da Tommaso Chieco.

Ascolta la sigla di "Sentieri Musicali"

L'autore, un compositore tra radio e multimedialità

Tommaso, 36 anni - collega della Divisione Multimedia del Dicastero per la Comunicazione - è un compositore diplomato al Conservatorio di Roma in Composizione classica e Sceneggiatura cinematografica, che ha lavorato alle colonne sonore di alcuni film italiani, collaborando con Umberto Scipione, da “Sotto una buona stella” di Carlo Verdone a “Il principe abusivo” di Alessandro Siani. Ora a Vatican News e prima al Centro Televisivo Vaticano, Chieco ha ed ha avuto sempre a che fare con l’immagine e con la voce dei Papi, e quindi ha ideato questo viaggio musicale guidato dalle parole di san Giovanni Paolo II, del Papa emerito Benedetto XVI e di Francesco, sui meravigliosi sentieri della musica di tutto il mondo e di tutti i tempi.

La Pfm e lo sport, Debussy e la natura

Ogni puntata avrà un tema, dalla musica della prima, alla preghiera dell’ultima, passando per la natura, l’amicizia e la fratellanza, lo sport, l’amore, la libertà e i diritti umani, la pace e la guerra. Alternate alle voci dei Papi che affrontano il tema della puntata, composizioni di Beethoven e Freddie Mercury, Verdi e Battiato, ma anche Bob Dylan e Debussy, la Pfm e Philip Glass, Pavarotti e Schubert, i Crawberries e Gaber.

Il Papa: la musica linguaggio superiore, non conosce barriere

Un viaggio senza confini, se non quelli della nostra fantasia perché - come sottolinea Papa Francesco nella sigla e nell’intervento scelto per la prima puntata - “La musica crea ponti, avvicina le persone, anche le più lontane; non conosce barriere di nazionalità, di etnia, di colore della pelle, ma coinvolge tutti in un linguaggio superiore”. 

Tutte le puntate anche in podcast su Vatican News

“Sentieri Musicali” si potrà riascoltare in podcast su Vatican News già da martedì prossimo. Abbiamo chiesto a Tommaso Chieco di presentarci il suo programma.

Ascolta l'intervista a Tommaso Chieco

R. – “Sentieri Musicali” è un programma, come dico anche in apertura di ogni puntata, dove le parole dei Papi ci guidano attraverso la musica. Con alcuni inserti di alcuni discorsi dei Papi, tratteremo diverse tematiche, che verranno raccontate attraverso le loro parole e la musica. La mia passione per la radio risale ai tempi dell'adolescenza e quando sono venuto a lavorare a Vatican News – Radio Vaticana, il direttore della testata, Massimiliano Menichetti, mi ha dato la possibilità di fare questo programma che ho proposto. Siccome il mio background è quello di musicista e compositore insieme abbiamo modulato la mia proposta iniziale è venuto fuori “Sentieri Musicali”.

I temi trattati in queste otto prime puntate sono temi importanti, come l'amore, lo sport, la pace e la guerra, la fratellanza. Ma i Papi ne trattano anche molti altri: avete già in programma una seconda serie?

R. – Non lo so ancora… certo, l’idea di “Sentieri Musicali” mi ha dato la possibilità di studiare più approfonditamente molti discorsi e molte tematiche che hanno trattato i Papi. Sono partito dalla prima puntata con il tema della musica, poi la natura un tema molto importante, per il pontificato di Papa Francesco, l'amicizia, lo sport e la preghiera per concludere l'ultima puntata. Vediamo come va, per adesso ci sono queste 8 puntate.

Tommaso, tu sei un compositore, specializzato in musica da film. Hai lavorato anche con registi italiani nelle colonne sonore dei loro film. Quante colonne sonore hai inserito in questa prima serie?

R. – Ne ho inserite diverse: una tra tutte è quella di Schindler List, scritta da John Williams, che nell’anno di uscita del film ha vinto anche l'Oscar per la miglior colonna sonora. L’ho inserita nella puntata su la guerra e la pace. Nella stessa puntata c'è un brano molto famoso di un grande compositore, Arnold Schönberg, sull’Olocausto. Quella di Schindler List è una delle colonne sonore più belle scritte per un film, e mi è sembrato doveroso inserirla.

Quindi, vedendo anche l'immagine di copertina del vostro podcast, con i Papi uno dietro l'altro che incontrano cantanti e musicisti, possiamo dire che "Sentieri Musicali" vuol essere un percorso, un cammino insieme ai Papi sui meravigliosi sentieri della musica di tutto il mondo e di tutti i tempi?

R. – Si, i Papi guidano me, e guidano tutti gli ascoltatori attraverso i sentieri musicali e in questi sentieri incontreremo diversi autori. Ne cito alcuni: Bob Dylan, Freddie Mercury, Beethoven, di tutte le epoche e di tutti i generi musicali. E questa forse è la cosa più bella perché, come dice Papa Francesco anche nella sigla, la musica è un linguaggio universale, e quindi è un linguaggio che raggiunge diversi luoghi e diverse culture.

13 marzo 2021, 18:12