Cerca

Vatican News
Laboratorio Laboratorio   (ANSA)

Jurkovic: vaccino anti-Covid sia accessibile a tutti

Intervenendo presso l’ Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale, l’Osservatore permanente della Santa Sede all’Onu di Ginevra rimarca la necessità di una risposta multilaterale alla pandemia

Isabella Piro – Città del Vaticano

La proprietà intellettuale miri a promuovere il bene comune, soprattutto in questo tempo di pandemia da Covid-19: lo ha ribadito ieri, 21 settembre, l'arcivescovo Ivan Jurkovič, Osservatore permanente della Santa Sede all’Onu di Ginevra, intervenendo alla 61.ma serie di incontri delle Assemblee generali della Wipo (Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale). “La collaborazione – ha ribadito il presule – può salvare vite umane e trasformare la salute di miliardi di persone in tutto il mondo”, dimostrando che la risposta alla crisi globale “deve essere multilaterale”. Di qui, il richiamo alla necessità di un database ben strutturato che permetta un sempre migliore accesso alle informazioni sull’individuazione di un vaccino contro il coronavirus.

Uno sguardo universale

“La Santa Sede – ha detto Monsignor Jurkovič – desidera rinnovare il suo appello affinché venga messa in atto una legislazione per garantire che i brevetti e le regole di mercato non diventino una barriera per l’accesso ai medicinali, alla diagnostica e ai dispositivi medico-sanitari”. “Sarebbe triste, infatti – ha aggiunto l’arcivescovo, citando Papa Francesco – se per il vaccino anti-Covid si desse priorità ai più ricchi, facendolo diventare proprietà di una singola nazione, piuttosto che universale e per tutti”. Al contempo, l’Osservatore permanente ha ricordato che, oltre alla crisi sanitaria, la comunità internazionale sta affrontando anche una crisi ecologica, dovuta al cambiamento climatico. Anche in questo caso, dunque, l’innovazione tecnologica, così come la condivisione delle informazioni, sono “fondamentali per una risposta globale, efficace e a lungo termine al cambiamento climatico e per la promozione di uno sviluppo sostenibile”, soprattutto là dove è più necessario.

22 settembre 2020, 12:31