Cerca

L'arte che consola
Vatican News

Musei Vaticani. La Bellezza ci unisce #58

La Bellezza crea comunione, coinvolge nel medesimo sguardo popoli distanti, congiunge passato, presente e futuro. Papa Francesco lo ha ricordato in più di un’occasione: "i Musei Vaticani siano una casa viva dove percepire concretamente che lo sguardo della Chiesa non conosce preclusioni". L’universalità della Buona Notizia è stata sempre tradotta nel linguaggio dell’arte. Da queste premesse nasce un’iniziativa realizzata insieme dai Musei Vaticani e Vatican News: i capolavori delle collezioni vaticane a commento dalle parole dei Papi

Passignano, 1559-1638 ,  Resurrezione, Musei Vaticani, Città del Vaticano © Musei Vaticani

© Musei Vaticani
© Musei Vaticani

“La giustizia esiste:
se adesso non ha il suo trionfo e la sua piena applicazione,
l’avrà in un giorno tremendo,
e nulla passerà senza subire il giudizio.
Verrà il giorno della messe
e allora la separazione tra il bene e il male
sarà visibile, tangibile e storica.
Il male avrà la sua punizione; il bene il suo premio.
Questo è l’insegnamento del Vangelo.
Il bene è una cosa, il male è un’altra.
Non si possono mescolare;
anche se la realtà li mostra come in convivenza,
frammisti l’uno all’altro. (…)
Il giudizio morale, per un cristiano,
ha da essere severo, rettilineo, costante,
limpido e, in un certo senso, intransigente.
Bisogna dare alle cose il loro proprio nome:
questo si chiama bene, quello si chiama male.
E cioè: la coscienza
non dev’essere mai indebolita e alterata,
o resa indifferente, impassibile,
poiché non è lecito applicare indistintamente
i criteri del bene e del male alla realtà sociale che ci circonda.”

(Paolo VI – Omelia – 8 novembre 1964)

#labellezzaciunisce
instagram: @vaticanmuseums @vaticannews 
facebook: @vaticannews


a cura di Paolo Ondarza

19 luglio 2020, 08:00