Cerca

Vatican News
 Barbara Jatta, direttore dei Musei Vaticani Barbara Jatta, direttore dei Musei Vaticani 

A Barbara Jatta il riconoscimento della Casa reale svedese

A una donna, intelligente e competente che ha promosso una collaborazione di tanti anni tra la Svezia e il Vaticano. Così in sintesi si legge nella motivazione della consegna dell’ordine della “Stella Polare” a Barbara Jatta per gli anni in cui è stata responsabile del Gabinetto delle Stampe della Biblioteca Apostolica Vaticana

Charlotta Smeds – Vaticano

Durante una cerimonia all’Istituto Svedese a Roma, giovedì 30 gennaio, il cancelliere dell’Ordine Svante Lindqvist, ha consegnato l’ordine della “Stella Polare” a Barbara Jatta oggi direttore dei Musei vaticani. L’ambasciatore svedese presso la Santa Sede Cecilia Björner, ha spiegato la motivazione del riconoscimento.“La Svezia è grata a Barbara Jatta della collaborazione che conta ormai tanti anni, tra la Svezia e la Biblioteca Apostolica Vaticana. Ha aperto le porte e aiutato ricercatori svedesi e accolto gruppi di studio, rafforzando il legame culturale tra la Svezia è il Vaticano”.

L’ambasciatore ha sottolineato la “gioia di dare il riconoscimento della corona svedese a una donna, intelligente e competente, una delle poche donne su posizioni alte del Vaticano”.
L’Ordine della Stella Polare fu fondato nel 1748 dal monarca Federico I di Svezia, e da allora viene inteso come un riconoscimento per cittadini svedesi o stranieri "emeriti per la dedizione al dovere, per la scienza, le lettere, l'insegnamento e l'utilità per le nuove opere e le istituzioni benefiche". Attualmente viene assegnato soltanto a membri della famiglia reale e a cittadini stranieri per atti di devozione e distinzione verso la Svezia.

Prima che Papa Francesco la nominasse direttore dei Musei Vaticani il 1 gennaio 2017, Barbara Jatta era responsabile del Gabinetto delle Stampe della Biblioteca Apostolica Vaticana, presso la quale è anche membro delle Commissioni Mostre, Accessioni, Acquisti, Editoria e Catalogazioni. E’ stato soprattutto durante i suoi anni alla Bibilioteca Apostolica Vaticana che Barbara Jatta ha sviluppato la collaborazione e “l’amicizia” con la Svezia tramite l’ambasciatore precedente Fredrik Vahlquist, che ha portato alla preziosa collaborazione e ai rapporti rafforzati tra la corona svedese e il Vaticano.

31 gennaio 2020, 14:11