Cerca

Vatican News
Padre Lombardi con il Papa del corso del summit Padre Lombardi con il Papa del corso del summit 

P. Lombardi: un summit vissuto con grande serietà e serenità

Intervista al moderatore dell’incontro in Vaticano sulla protezione dei minori il quale spiega che il summit ha rispettato quello che il Papa si attendeva

Helene Destombes – Città del Vaticano

Secondo padre Federico Lombardi, moderatore del summit che si è concluso ieri in Vaticano, nelle quattro giornate di lavori, non ci sono state tensioni o resistenze e si è realizzato il desiderio di Papa Francesco: vivere il corpo della Chiesa del popolo di Dio in maniera solidale

Ascolta l'intervista a padre Lombardi

"Il fatto di essere insieme con il Papa, con un senso di Chiesa in cammino e alla ricerca degli atteggiamenti giusti per affrontare un problema serio che sta oscurando la credibilità della testimonianza della Chiesa, mi pare sia stato vissuto con grande serietà e anche con serenità. Non ho sentito tensioni, resistenze … Tutti quelli che sono venuti hanno cercato di capire quale fosse il problema in gioco e che cammino dovessero fare, anche se avevano punti di partenza molto diversi, perché ci sono Paesi, diocesi, conferenze episcopali dove purtroppo da decenni ci si confronta con questi temi e quindi la strada corretta per affrontarli è già stata trovata; in altri invece si è molto più indietro. Tuttavia quello che il Papa desiderava - vivere il corpo della Chiesa del popolo di Dio solidalmente - si è realizzato. Abbiamo vissuto dei momenti intensissimi, alcuni momenti di ascolto delle testimonianze delle vittime, momenti di preghiera e anche momenti di ascolto di certe relazioni che andavano giù piuttosto chiaramente nell’affrontare i problemi più delicati. Quindi sono convinto che un bel cammino, un bel passo in avanti sia stato fatto, anche se naturalmente c’è poi da riportarlo nelle diverse regioni del mondo, nelle diverse culture, nelle diverse situazioni, quindi non è nulla di definitivo, ma è un bel passo in avanti. Penso che sia realisticamente quello che il Papa si attendeva e quindi valuto positivamente lo svolgimento di questo incontro".
 

25 febbraio 2019, 10:25