Cerca

Vatican News
Emergenza freddo Emergenza freddo  (AFP or licensors)

Emergenza freddo: l’impegno dell’Elemosineria Apostolica

Si intensifica l’attività dell’Elemosineria Apostolica per i poveri di Roma. Con l’ondata di gelo, è aumentata la distribuzione dei sacchi a pelo e il numero dei letti nel Dormitorio “Dono di misericordia”

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

L’ufficio della carità del Papa non si è lasciato cogliere impreparato dalla straordinaria ondata di freddo che sta colpendo la città di Roma. L’Elemosineria Apostolica ha rafforzato il suo impegno verso i poveri e i senzatetto, fornendo a chi ha bisogno dei sacchi a pelo adatti alle basse temperature e alleviando così le sofferenze di chi dorme per strada.

Più posti letto per chi ha bisogno

Presso il Dormitorio “Dono di misericordia” di via dei Penitenzieri, l’Elemosineria ha messo a disposizione più posti letto per chi ha bisogno di ripararsi dal freddo. La struttura è gestita da tre missionarie della Carità, dell’ordine di Santa Teresa di Calcutta, e da due volontari che hanno vissuto l’esperienza della strada. Qui chi bussa può restare un mese ma poi bisogna aspettare altri tre mesi prima di poter ritornare. E’ un modo per invogliare gli ospiti a trovare una nuova collocazione, a ripensarsi come persone, a riprendere in mano la loro vita. A loro è anche assicurata la cena.

Aperta la chiesa di san Calisto

Anche in questo inverno, come accaduto negli scorsi anni, si riaprono le porte della rettoria di San Calisto, in una zona extraterritoriale vaticana, annessa alla parrocchia di Santa Maria in Trastevere e affidata alla comunità di Sant’Egidio. Sono una trentina i posti letto a disposizione. Agli ospiti viene servita anche la cena nella vicina mensa di via Dandolo. Sempre a Trastevere, all’interno del centro “Genti di pace”, si trova la “lavanderia del Papa”. A disposizione ci sono sei lavatrici e sei asciugatrici con altrettanti ferri da stiro. Poi c’è la distribuzione dei pasti caldi, martedì e giovedì, sia nella cucina allestita nei locali della chiesa di Santa Maria Immacolata all’Esquilino, di cui è titolare il cardinale elemosiniere Konrad Krajewski, sia nelle maggiori stazioni ferroviarie della città.

Una carezza anche per gli animali

Grazie alla sinergia con il Sovrano militare ordine di Malta (Smom) e con una clinica veterinaria di Ostia Lido, l’Elemosineria ha pensato anche ai cagnolini dei senzatetto. Per loro è stato predisposto un programma di visite gratuite, presso il municipio del litorale romano ogni terza domenica del mese, dalle 10 alle 12.30.

04 gennaio 2019, 19:01