Versione Beta

Cerca

Vatican News
Cattedrale della Almudena (Madrid) Cattedrale della Almudena (Madrid)  

Il Vaticano non si oppone a esumazione resti di Franco

La Sala Stampa della Santa Sede riferisce che il cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin non è contrario all'esumazione del corpo di Francisco Franco

Marco Guerra – Città del Vaticano

A proposito dell'incontro tenutosi lunedì 29 ottobre, tra la Segreteria di Stato della Santa Sede e la vicepresidente del Governo spagnolo, Carmen Calvo, il direttore della Sala Stampa vaticana, Greg Burke, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

 "Il cardinale Pietro Parolin non si oppone alla riesumazione di Francisco Franco, se così deciso dalle autorità competenti; ma in nessun momento si è pronunciato sul luogo di sepoltura. È vero che la signora Carmen Calvo ha espresso la sua preoccupazione per la possibile sepoltura dei resti nella cattedrale dell'Almudena, così come il suo desiderio di esplorare altre alternative, anche attraverso il dialogo con la famiglia. Il Cardinale Segretario di Stato ha ritenuto opportuna questa soluzione”.

Francisco Franco è sepolto, dal momento della morte avvenuta nel 1975, nella Valle de Los Caidos, monumento nazionale dedicato a vincitori e vinti della guerra civile spagnola (1936-1939) costruito proprio sotto il regime del generale Franco. Lo scorso agosto il governo socialista spagnolo ha approvato un decreto che apre la strada alla riesumazione dei resti di Francisco Franco. La famiglia del dittatore, che ha guidato la Spagna per 36 anni, ha quindi espresso la volontà di portare le spoglie in uno spazio di loro proprietà nella cripta della cattedrale dell’Almudena di Madrid.

Il Paese resta comunque diviso sulla vicenda. Una parte dell’opinione pubblica appoggia l’iniziativa del governo, mentre il Partito Popolare accusa il governo di porre questioni inutili con il rischio di creare nuove fratture nella società spagnola.

30 ottobre 2018, 17:20