Versione Beta

Cerca

Vatican News

Sinodo, appello di un giovane iracheno: non dimenticateci, continuate a pregare

Safa Al Abbia, giovane iracheno e Membro della Chiesa Caldea sottolinea che “in Iraq ci sono molti giovani, giovani straordinari, che vivono saldi nella fede, nonostante tutte le tristi e miserabili condizioni nelle quali sono costretti a vivere”

Amedeo Lomonaco - Città del Vaticano

Tra gli uditori al Sinodo c’è anche un rappresentante della Chiesa caldea irachena. E’ il giovane Safa Al Abbia. Tramite Vatican News lancia questo messaggio ai giovani di tutto il mondo:

“Mi chiamo Safa e vengo dall’Iraq, da Baghdad. Sono il rappresentante della Chiesa cattolica irachena e ho un messaggio da trasmettere a tutti i giovani del mondo: in Iraq ci sono molti giovani, giovani straordinari, che vivono saldi nella fede, nonostante tutte le tristi e miserabili condizioni nelle quali sono costretti a vivere sotto ogni aspetto. Eppure restano forti nella fede, anche se hanno bisogno delle vostre preghiere, del vostro sostegno. E allo stesso tempo anche noi pregheremo per voi, perché Dio benedica voi e i vostri Paesi. Non dimenticateci, continuate a pregare. E forse la prossima volta ci sarà più di un unico rappresentante che verrà e condividerà la propria storia, perché abbiamo tanti problemi: le persecuzioni, l’immigrazione… La sola cosa che vogliono è vivere in condizioni dignitose nel loro Paese”.

13 ottobre 2018, 16:47