Versione Beta

Cerca

Vatican News

#OrdinaryHeroes insieme al Papa per l’Obolo di San Pietro

La straordinarietà nella normalità per abbracciare chi è più bisognoso. E’ la sfida di #OrdinaryHeroes iniziativa di beneficenza a “staffetta” presentata oggi in Vaticano.

Massimiliano Menichetti - Città del Vaticano

 

Il calcio d'inizio, la prima firma sulla maglietta che farà il giro del mondo e sarà venduta all’asta per aiutare i bisognosi, è del campione Francesco Totti che ha nominato l'altro gigante del calcio Diego Armando Maradona. #OrdinaryHeroes, progetto voluto dalla Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede che coinvolge l’Obolo di San Pietro, ha preso il via tra le mura della Filmoteca Vaticana. Questa mattina hanno aperto la conferenza stampa di presentazione il Sostituto della Segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu, e il  Prefetto della Segreteria per la Comunicazione, mons. Dario Edoardo Viganò.

Da oggi la T-shirt raffigurante uno dei murales firmati da Mauro Pallotta, in arte MauPal, è diventata una staffetta che girerà il mondo per essere autografata da esponenti del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo. Al suo rientro in Italia il cimelio sarà battuto all’asta e il ricavato sarà interamente devoluto all’Obolo di San Pietro per la realizzazione di opere di beneficenza.

Il palco di Facebook e Instagram

Ogni testimonial nominerà quello successivo coinvolgendo sui social anche il pubblico a partire da propri profili Facebook e Instagram. Un breve video postato sui canali social, inviterà i follower a compiere e a raccontare azioni di “straordinaria normalità” nel segno di #OrdinaryHeroes. L’evoluzione del progetto sarà seguita, in qualità di media partner, da Vatican News, Radio Vaticana Italia e RTL 102.5.

 

08 febbraio 2018, 11:10