Versione Beta

Cerca

Vatican News
Un'immagine dello Ior Un'immagine dello Ior  (AFP or licensors)

Report Moneyval: Santa Sede, progressi in materia contro riciclaggio

Il comitato di esperti per la valutazione delle misure contro il riciclaggio del denaro e il finanziamento del terrorismo ha notato in particolare la creazione di una Unità specializzata nelle indagini sui crimini economici e finanziari e la nomina di un Promotore di giustizia aggiunto specializzato

Il comitato Moneyval ha accolto “positivamente” i “progressi” compiuti nei due anni passati. È quanto si legge in un comunicato della Sala Stampa vaticana riguardo all’adozione, mercoledì scorso da parte dell’Assemblea plenaria di Moneyval, del terzo Progress Report della Santa Sede/Stato della Città del Vaticano.

Il comitato di esperti per la valutazione delle misure contro il riciclaggio del denaro e il finanziamento del terrorismo ha notato in particolare la “creazione di una Unità specializzata nelle indagini sui crimini economici e finanziari nel Corpo della Gendarmeria e la nomina di un Promotore di giustizia aggiunto specializzato”.

Riconosciuto pure che l’Autorità di informazione finanziaria (Aif) svolge “in maniera efficiente” le proprie funzioni di Unità di informazione finanziaria e di vigilanza e regolamentazione.

Sono stati inoltre sottolineati “lo stabilimento di un sistema di segnalazione funzionante e sostenibile, nonché il significativo grado di cooperazione internazionale”. Allo stesso tempo, prosegue il testo, “vi sono ancora aree di ulteriore miglioramento, in particolare nell’ambito del ‘law enforcement’ e giudiziario”.

L’adozione dell’ultimo Rapporto - spiega la nota - fa parte della procedura ordinaria prevista dalle regole di Moneyval.

La Santa Sede, si ricorda infine, è impegnata nell’adottare “le azioni necessarie nelle aree rilevanti al fine di rafforzare ulteriormente i propri sforzi nel contrasto e nella prevenzione dei crimini finanziari”.

08 dicembre 2017, 10:07