Versione Beta

Cerca

Vatican News
Un disegno della Mostra promossa dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e dalla rivista “La Civiltà Cattolica” Un disegno della Mostra promossa dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e dalla rivista “La Civiltà Cattolica”  

Parolin: una mostra di 100 disegni per essere solidali con i bambini delle periferie

“Caro Papa Francesco, ti regalo un disegno”. Inaugurata ieri sera la mostra promossa a Palidoro dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e dalla rivista “La Civiltà Cattolica” per sostenere la cura dei bambini provenienti da tutto il mondo

Adriana Masotti - Città del Vaticano

“Caro papa Francesco, ti regalo un disegno …”. La mostra  promossa dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e dalla rivista “La Civiltà Cattolica” è stata inaugurata ieri sera presso la sede di Palidoro, in provincia di Roma, dal segretario di Stato, card. Pietro Parolin. Realizzata con i disegni donati al Papa, avvia la campagna e la raccolta fondi per sostenere la cura e l’accoglienza dei bambini provenienti da tutto il mondo da parte dell’Ospedale Pediatrico della Santa Sede, raccolta che si svilupperà prevalentemente sul web e sui social network.

Cento disegni per il Papa
100 i disegni certificati dalla Segreteria Particolare di Sua Santità: Francesco riceve in dono da ogni angolo del mondo, nel corso dei suoi viaggi e dei suoi incontri, disegni realizzati dai bambini. Da qui la decisione di affidarli alla rivista “La Civiltà Cattolica” con il desiderio che si tramutassero in un dono per altri bambini e diventassero segno di solidarietà. “Il Papa è tanto buono, questo disegno è un regalo per lui”. E’ la dedica di Anna Maria, 5 anni, sul disegno che ha voluto inviare a papa Francesco.

Parolin: solidarietà per i bambini
"Nella nostra attività internazionale - ha detto il card. Parolin - un posto privilegiato occupa l’attenzione per i bambini. Un compito di primo piano è svolto dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù che unisce la passione della carità all’intelligenza del sapere medico. Sostenere la sua azione significa allargare i confini della solidarietà: negli ultimi due anni sono stati accolti quasi 100 pazienti a carattere umanitario provenienti da oltre 30 diversi Paesi del mondo. Ecco qui si inseriscono anche le iniziative di raccolta fondi come la nostra mostra: sono azioni che chiedono di donare qualcosa per rendere possibile una cura adeguata ai bambini malati, che vivono nelle periferie del mondo, per fornire loro la cura migliore possibile".

Gli interventi di Mariella Enoc e padre Spadaro
“I disegni di questi bambini - afferma Mariella Enoc, presidente dell’ospedale Bambino Gesù - ci ricordano che ognuno è cittadino non solo del proprio paese ma del mondo. E’ un messaggio particolarmente importante per l’ospedale del Papa che vuole essere, con l’aiuto di tutti, un luogo di cura aperto a tutti i bambini, specialmente di quelli che hanno più bisogno”. “I bambini dipingono il mondo e lo offrono al Papa - afferma padre Antonio Spadaro, direttore della rivista La Civiltà Cattolica - rappresentando un mondo emozionale, che non scinde col bisturi sentimento e ragione. Come ricorda papa Francesco, i bambini sorridono spontaneamente e piangono spontaneamente, a differenza degli adulti. Forse il messaggio più impegnativo che riceviamo prendendo in mano questi disegni preziosi è che i bambini possono insegnarci di nuovo a sorridere e a piangere”.

 La mostra sarà visitabile fino a metà febbraio, ed è stata ideata dalla società di produzione “Studio Azzurro” che ne ha curato anche l’allestimento e la video animazione di alcuni disegni.

 

 

 

Photogallery

Card. Parolin alla mostra del Bambino Gesù
20 dicembre 2017, 10:12