Versione Beta

Cerca

Vatican News
Il Papa emerito Benedetto XVI Il Papa emerito Benedetto XVI 

Messaggio di Benedetto XVI al Congresso internazionale su San Bonaventura

Il Papa emerito Benedetto XVI: "le nostre conoscenze sul secolo XIII sono veramente cresciute e si sono approfondite, proprio anche riguardo al Dottore Serafico"

di Amedeo Lomonaco

“Guardando il programma del Simposio e i temi trattati, mi accorgo di quanto l’immagine di San Bonaventura nel frattempo si sia arricchita e quanto, perciò, egli abbia da dirci proprio in questo particolare momento storico”. E’ quanto scrive il Papa emerito, Benedetto XVI, nel messaggio rivolto ai partecipanti al Congresso internazionale “Deus Summe Cognoscibilis. L’attualità teologica di San Bonaventura”. Le nostre conoscenze sul secolo XIII – aggiunge il Papa emerito – sono veramente cresciute e si sono approfondite, proprio anche riguardo al Dottore Serafico”. Al Congresso, in programma, a partire da oggi e fino a venerdì prossimo, partecipano 48 relatori provenienti da varie parti del mondo.

 

Attualità di San Bonaventura

L’evento, promosso in occasione dell’ottavo centenario dalla nascita di San Bonaventura, si colloca nella linea degli ultimi grandi Congressi internazionali del 1974. Il Congresso intende esplorare le vie secondo le quali San Bonaventura rimane uno stimolante interlocutore, considerando le potenzialità del suo pensiero e le sfide attuali della riflessione filosofica, teologica e spirituale. Durante i lavori è stato presentato il volume II dell’Opera omnia dal titolo “Comprensione della rivelazione e Teologia della storia in San Bonaventura”, prima traduzione integrale in lingua italiana della tesi di abilitazione del Papa emerito.

 

Congresso frutto della collaborazione

Nella prima giornata del Congresso si è affrontata la questione del metodo teologico e della Rivelazione. La seconda giornata è dedicata alla teologia della creazione e alla cristologia.Nella terza e ultima giornata, il prossimo 17 novembre, si approfondiscono, tra l’altro, temi legati all’ecclesiologia. Il Congresso è il frutto di una collaborazione, in particolare, tra tre Istituzioni accademiche: Pontificia Università Gregoriana, Facoltà Teologica “San Bonaventura” – Seraphicum e Pontificia Università Antonianum.

 

Vita di San Bonaventura

Giovanni Fidanza, conosciuto con il nome di Bonaventura, è nato nel 1218 a Bagnoregio. Da bambino si ammalò in modo grave. Guarì dopo l’incontro con San Francesco che, in quell’occasione, pronunciò queste parole: “Bona ventura”. Da allora fu chiamato Bonaventura. Entrò nell’Ordine dei frati Minori anche per adempiere al voto fatto da sua madre. Nel 1257 venne eletto generale dell’ordine francescano. Morì nel 1274, all’età 56 anni. Nel 1588 Sisto V lo proclamò dottore della Chiesa col titolo di “Doctor Seraphicus”. Tra le opere di San Bonaventura,  la più conosciuta è “Itinerarium mentis in Deum”. Si tratta di un itinerario filosofico, teologico e mistico che accompagna l’uomo attraverso le sei scale dell’ascesa a Dio, fino alla pace della contemplazione.

 

Intervista con padre Federico Lombardi

Sul messaggio rivolto da Benedetto XVI ai partecipanti al Congresso internazionale su San Bonaventura si sofferma il presidente della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto VI, padre Federico Lombardi:

 [ Audio Embed Padre Lombardi: San Bonaventura una delle fonti del pensiero di Joseph Ratzinger]

Il Papa emerito - sottolinea padre Lombardi - ha dedicato a San Bonaventura uno studio molto importante quando era giovane. Si tratta del suo studio di abilitazione per l'insegnamento universitario. E poi ha anche dedicato al Dottore Serafico tutta una serie di interventi nel corso della sua vita. Tra l'altro, nel corso del Convegno, è stato anche presentato un volume in italiano - appena uscito - dell'opera omnia che raccoglie tutti gli scritti di Joseph Ratzinger - Benedetto XVI su San Bonaventura. Da notare che, durante il Concilio, gli interventi come perito conciliare di Joseph Ratzinger sulla Rivelazione manifestano chiaramente l'influsso del pensiero di Bonaventura. Durante il Pontificato - ricorda infine padre Lombardi - ha dedicato a San Bonaventura tre catechesi. E ha parlato di questo Santo durante la visita pastorale a Viterbo e Bagnoregio (6 settembre 2009), la patria del Dottore Serafico.

15 novembre 2017, 19:44