Cerca

Vatican News

Pubblicato il rapporto sul caso McCarrick. Il Papa: vicinanza alle vittime e impegno a sradicare abusi

"Se si guarda a ciò che è avvenuto in Vaticano negli ultimi due anni - il summit sulla 'Protezione dei minori nella Chiesa', il Motu Proprio 'Vos estis lux mundi', la cancellazione del segreto pontificio, il Vademecum della Congregazione per la dottrina della fede - si possono considerare tutte queste decisioni frutti di ciò che emerso dal caso McCarrick". Così, Andrea Tornielli, direttore editoriale del Dicastero della Comunicazione, commenta la pubblicazione del rapporto di 461 pagine che la Segreteria di Stato ha stilato in due anni di lavoro, su invito del Papa, a proposito della "conoscenza istituzionale e il processo decisionale" riguardante l'ex cardinale McCarrick. "Si tratta di un documento e di un'operazione di trasparenza che non hanno precedenti. Vengono pubblicati documenti e testimonianze riguardanti persone per la maggior parte ancora in vita e che entrano in questioni interne come la nomina dei vescovi". Ma perché è nata questa indagine? "Non è nata certo su impulso del memoriale dell'ex-nunzio Carlo Maria Viganò, ma quando nel 2017 arriva alla diocesi di New York una segnalazione di abuso su minore commessa da McCarrick negli anni '70. Nel 2018 gli viene tolta la porpora e alla fine del processo nel 2019 viene dimesso dallo stato clericale". "Il rapporto rivela omissioni, sottovalutazioni, scelte sbagliate, è doloroso e rappresenta una ferita ancora aperta", spiega Tornielli. "Ma in questi anni è cresciuta la consapevolezza dell'importanza del ruolo delle vittime di abusi commessi da chierici. Sono persone da accogliere, accompagnare e ascoltare. Nell'udienza generale di ieri mi ha colpito molto che il Papa abbia non solo espresso vicinanza alle vittime, ma abbia chiesto un momento di silenzio in cui il suo volto esprimeva dolore e vergogna".  

Con noi:

Andrea Tornielli, direttore editoriale del Dicastero della Comunicazione

Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano 

Conduce:

Fabio Colagrande

12 novembre 2020