Cerca

Vatican News

Vita parrocchiale a Roma nell'estate del Covid: da Casalotti a Monteverde

Nella periferia nord-ovest di Roma, presso la chiesa della Natività di Maria Santissima, zon Selva Candida, la vita parrocchiale prosegue in modo intenso e partecipato anche in quest'estate dell'anno della pandemia. "Come tanti anche noi nei mesi di quarantena abbiamo scoperto l'utilità dei social network per diffondere celebrazioni, incontri e catechesi. Ancora oggi la Messa domenicale delle 11 è trasmessa in diretta web e molti hanno ritrovato il gusto della preghiera attraverso questi mezzi", commenta il parroco, don Federico Tartaglia. "Oggi, la difficoltà che vedo, è quella di saper gestire l'ansia, se non proprio la paura. Credo che l'ansia sia la cifra dei nostri tempi e il Covid l'abbia un po' amplificata. Come credenti dovremmo essere invece testimoni e veicoli di una serena e cauta fiducia, basata non solo sulla scienza ma sulla fede, sulla pratica della preghiera e della meditazione".   

Diociottesimo anno per il GRuppo ESTivo dell'oratorio della parrocchia di san Pancrazio a Roma. Nonostante la paura del Covid, la parrocchia romana di Monteverde, che ha un'esperienza pluridecennale nel gestire i centri estivi, è riuscita anche quest'anno ad allestire dal 15 giugno un GREST che coinvolge ogni giorno circa 45 tra giovani e giovanissimi. Un esempio di come, con coraggio, attenzione e entusiasmo, si può ricominciare la vita comunitaria con un'esperienza di servizio anche durante la pandemia.

Con noi:

Don Federico Tartaglia, sacerdote e scrittore,  parroco della Chiesa della Natività di Maria Santissima, a Roma (Quartiere Selva Candida) 

Claudia Zancla, animatrice del Grest della parrocchia di San Pancrazio a Roma (Monteverde)

P. Gabriel Tomasz Wojcicki, viceparroco a San Pancrazio

 

Conduce:

Fabio Colagrande

27 luglio 2020