Cerca

Vatican News

Reclusione solidale: generosità dietro le sbarre per chi è fuori - pomeriggio seconda parte

“Di necessità virtù” afferma un detto popolare. E la necessità in  questo tempo di emergenza Coronavirus di virtù ne sta rivelando tante, in tutti i settori della società. Una bella storia arriva dal carcere di Bollate, vicino Milano, dove i detenuti hanno sentito la necessità di attivarsi per dare un sostegno concreto a chi si trova in difficoltà fuori, raccogliendo soldi e beni alimentari da donare. A muoverli l'empatia per chi, con la quarantena imposta per legge, si trova a fare i conti con una sconosciuta privazione della libertà. 

Una ritrovata libertà la stanno vivendo, sicuramente, gli animali selvatici che approfittano dello stop alle attività umane per riprendersi il loro spazio legittimo, sulla terra e in mare. Proprio nell'ambiente marino, l'associazione Marevivo, ha lanciato, in collaborazione con le Forze dell'ordine e al Ministero competente, un progetto di indagine dei fondali in questo tempo di particolare calma, per sondare gli effetti che, la mancanza dell'uomo ha provocato sugli habitat naturali. 
 

Con noi: 

Roberto Bezzi - Responsabile area educativa carcere di Bollate 

Rosalba Giugni – Presidente Marevivo 

 

Conduce: Paola Simonetti

29 aprile 2020