Cerca

Vatican News

Parroco di Alzano Lombardo: ho visto, tra la mia gente sofferente, tanta dignità

Parla don Filippo Tomaselli, parroco ad Alzano, in provincia di Bergamo, tra i centri più colpiti da coronavirus: "Questo dramma non  ha chiuso la gente in se stessa ma l'ha aperta alla solidarietà. Ci vorrà del tempo perché ci rendiamo conto di quello che effettivamente è successo. C'è bisogno di elaborare il lutto", racconta. "I giorni della Pasqua hanno coinciso con un numero di contagi significativamente più limitato: l'abbiamo letto come un segno di luce, nonostante tutto. Non è venuto meno un senso diffuso di preghiera. Una Pasqua intensa è stata. Sento il dovere di dire un grazie alle istituzioni per quello che hanno fatto. Ci hanno accompagnato. Errori umani ci sono stati, ma è stata una situazione che ci ha colto tutti troppo impreparati. L'appello è di continuare a guidarci e di aiutarci quale è il modo giusto per affrontare la fase 2". 

Con noi:

Don Filippo Tomaselli, parroco ad Alzano Lombardo (BG);

Gianni La Bella, docente di Storia Contemporanea all'Università di Modena e Reggio, consultore alla Pontificia Commissione per l'America Latina, curatore del volume "L'irruzione dei movimenti popolari" (LEV, 2019), con prefazione di Papa Francesco. 

conduce: 

Antonella Palermo

15 aprile 2020