Cerca

Vatican News

Meter in Parlamento contro le violenze sessuali sui bambini. Confermato il Meeting 2020 al Palacongressi di Rimini dal 18 al 23 agosto - 25.06.2020

La Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, il 24 giugno scorso, ha ascoltato don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente dell’Associazione Meter Onlus. Don Di Noto è stato audito in videoconferenza nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle forme di violenza fra i minori e ai danni di bambini e adolescenti. L’indagine conoscitiva è stata avviata dal Parlamento italiano nel maggio 2019 per affrontare la realtà connessa alla diffusione della violenza fra i minori e per analizzare il contesto di violenza nel quale essi e del quale, anche se non formalmente, finiscono per essere vittima. Al centro dell’indagine parlamentare violenze di ogni forma, ma fra queste una prima tipologia è quella di tipo sessuale.  Per il fondatore di Meter, "solo la collaborazione concreta e oltre le parole, può aiutare a salvare i bambini dalle nuove forme di schiavitù,  dalla pedofilia e dalla pedopornografia”.

Il Meeting di Rimini 2020 si farà. Sarà la prima grande occasione, a livello nazionale, per riflettere in maniera organica su quanto sta succedendo in questo momento nel nostro Paese e in Europa, nel periodo successivo all’emergenza da Covid-19 e al lockdown. La manifestazione, dal titolo “Privi di meraviglia, restiamo sordi al sublime”, è stata infatti confermata nelle date previste, dal 18 al 23 agosto, in una edizione speciale che sarà realizzata in forma prevalentemente digitale nel Palacongressi di Rimini e trasmessa tramite una piattaforma online sui canali web e social della manifestazione. Speranza, fiducia, cura, visione, ricostruzione e sussidiarietà saranno le parole chiave con le quali affrontare le domande sulla ripresa economica, le politiche europee, la cura e la salute, il contributo della scienza, i dialoghi interculturali e interreligiosi e l’incontro con grandi autori. "La scelta del Palacongressi, come sede della manifestazione, nasce dall’analisi di numerosi scenari possibili. La prima ipotesi presa in considerazione è stata naturalmente quella di un Meeting in forma classica, spiega il direttore del Meeting, Emmanuele Forlani, anche se ridotta negli spazi, ma gli elementi di difficoltà riscontrati sono stati  cosi rilevanti, che abbiamo deciso di realizzare una forma blended che integra un formato prevalentemente digitale con la possibilità di partecipazione fisica da 200 ad un massimo di 400 persone per due eventi al giorno". Anche le mostre verranno realizzate in forma digitale visitabile virtualmente da casa. Al Palacongressi saranno allestite due mostre in una forma che permetta delle visite senza assembramenti.

Con noi: 

don Fortunato Di Noto, parroco di Avola, fondatore e presidente di Meter Onlus dalla parte dei bambini; 

Emmanuele Forlani, direttore Meeting di Rimini; 

Conduce Luca Collodi

 

25 giugno 2020