Cerca

Vatican News

Il Papa: in Medio Oriente fede cristiana viva nonostante le sofferenze

Dopo la recita mariana dell’Angelus, Francesco ha chiesto di pregare per la regione mediorientale. Poi ha chiesto una speciale preghiera. “Il Papa - ha detto - ha bisogno delle vostre preghiere”. "Vi chiedo di pregare per il Papa". Il Pontefice ha anche espresso vicinanza alle popolazioni della Repubblica Ceca scossa da un forte uragano

Amedeo Lomonaco – Città Del Vaticano

In occasione dell'odierna Giornata per la pace in Oriente, Francesco invita ad implorare la Misericordia di Dio per la pace nella regione mediorientale. "Il Signore - ha affermato dopo la recita mariana dell'Angelus - sostenga gli sforzi di quanti si adoperano per il dialogo e la convivenza fraterna nel Medio Oriente, dove la fede cristiana è nata ed è viva, nonostante le sofferenze. A quelle care popolazioni Dio conceda sempre fortezza, perseveranza e coraggio".

In una Lettera per l'odierna Giornata, indetta in occasione della celebrazione del 130.mo anniversario della Rerum Novarum, Francesco esorta, in particolare, la Chiesa del Medio Oriente a lasciarsi ispirare dalla Sacra Famiglia cui si consacra oggi, a perseverare nella fede.  "Non cercate - scrive il Papa - di dissetarvi alle sorgenti avvelenate dell’odio, ma lasciate irrigare i solchi del campo dei vostri cuori dalla rugiada dello Spirito".

Francesco: pregate per il Papa

Il Pontefice, in prossimità della festa dei Santi Pietro e Paolo, ha poi chiesto un'altra speciale preghiera.

Francesco: pregate per il Papa

“Oggi, in prossimità della festa dei Santi Pietro e Paolo, vi chiedo di pregare per il Papa. Pregate in modo speciale: il Papa ha bisogno delle vostre preghiere! Grazie. So che lo farete".

Uragano nella Repubblica Ceca

Il Pontefice ha anche espresso vicinanza alle popolazioni del sudest della Repubblica Ceca.

Vicinanza del Papa alle popolazioni della Repubblica Ceca

"Assicuro la mia vicinanza alle popolazioni del sud-est della Repubblica Ceca colpite da un forte uragano. Prego per i defunti e i feriti e per quanti hanno dovuto lasciare le loro case, gravemente danneggiate".

27 giugno 2021, 12:32