Cerca

Vatican News

Bernal: l'incontro con il Papa più importante di qualsiasi vittoria

Al termine dell’udienza generale, il ciclista colombiano vincitore del Giro d'Italia ha incontrato Francesco e gli ha donato, a nome di tutti i connazionali, la maglia rosa e la bicicletta

Amedeo Lomonaco - Città del Vaticano

Egan Arley Bernal Gómez  è nato in Colombia nel 1997 ed è un ciclista professionista dal 2016. Dopo il trionfo del 2019 al Tour de France, è diventato il primo ciclista colombiano ad aver conseguito il doppio successo nelle due corse a tappe più blasonate. "Sono cattolico - ha affermato rivolgendosi ai giornalisti - e prima delle tappe più difficili, prego". Interpellato in merito al doping, ha sottolineato che il ciclismo oggi è "uno degli sport più controllati". A Vatican News descrive con queste parole la propria emozione dopo l'incontro con Papa Francesco. 

Ascolta l'intervista a Egan Bernal

È stata un’esperienza unica. Sono cresciuto in una famiglia cattolica. È stata l’esperienza più importante per me, più importante di quella del Tour de France e del Giro d’Italia. Sono molto contento.

Come si è svolto l’incontro con il Papa e cosa hai donato al Pontefice?

L’ho salutato e poi il Papa ha cominciato quasi a scherzare. Mi ha chiesto quanti caffè prendo prima di salire in bicicletta. Dopo ho donato a Francesco la bicicletta e la maglia rosa. Ho detto al Papa che sono doni da parte dei colombiani. Poi ho aggiunto che in questo momento noi colombiani abbiamo bisogno di una benedizione da parte del Papa.

Photogallery

Egan Bernal, vincitore del Giro d'Italia 2021
16 giugno 2021, 12:16