Cerca

Vatican News

Il Papa in Campidoglio per la preghiera per la pace di S.Egidio

La 34.ma edizione dell'evento interreligioso istituito dalla Comunità a partire dall'incontro di Assisi del 1986, ha come tema "Nessuno si salva da solo - pace e fraternità". Presenti i leader di ogni religione che pregheranno per le vittime della guerra e della pandemia

Michele Raviart- Città del Vaticano

Oggi, 20 ottobre, Papa Francesco partecipa all’incontro di Preghiera per la Pace nello spirito di Assisi dal titolo “Nessuno si salva da solo – Pace e fraternità”, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio. In una dichiarazione il direttore della Sala stampa vaticana Matteo Bruni riferisce che Francesco, come comunicato dalla Prefettura della Casa Pontificia, prenderà parte al momento di preghiera ecumenica con le altre confessioni cristiane nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli di Roma e alla successiva cerimonia con i rappresentanti delle grandi religioni mondiali sulla piazza del Campidoglio.

Nello spirito di Assisi

Quello di quest’anno è il 34 esimo incontro promosso dalla Comunità di Sant’Egidio ispirato allo storico incontro interreligioso voluto da San Giovanni Paolo II nel 1986. L’evento, che si svolgerà in presenza limitata per lo norme anti-covid e che sarà possibile seguire in streaming, “vedrà riunite le grandi religioni mondiali insieme ad autorevoli rappresentanti delle istituzioni”. “In un momento difficile della storia”, si legge nel comunicato della Comunità di Sant’Egidio, ”a causa della pandemia ma anche per le guerre vecchie e nuove in corso - come quella che dura da dieci anni in Siria o l’ultima nel Nagorno-Karabakh - dal cuore dell’Europa si offrirà al mondo un solenne momento di riflessione, di preghiera e di incontro: un messaggio di speranza per il futuro nel nome del bene più grande, che è quello della Pace”.

Un minuto di silenzio per le vittime di guerra e della pandemia

I leader religiosi pregheranno in luoghi distinti poco dopo le 16: nella Basilica dell’Ara Coeli Papa Francesco e gli altri cristiani pregheranno insieme al patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I e ai rappresentanti delle diverse chiese ortodosse e protestanti; gli ebrei nella Sinagoga, i musulmani nei locali dei Musei capitolini come anche i buddisti e i rappresentanti delle religioni Orientali. Dopo un'ora circa tutti si ritroveranno in piazza del Campidoglio, alla presenza anche il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella per l'inizio della cerimonia e i diversi interventi. Al termine seguirà un minuto di silenzio in memoria delle vittime della pandemia e di tutte le guerre e infine insieme i leader religiosi accenderanno il candelabro della pace.

La visita del Papa all'incontro di Assisi nel 2016

Papa Francesco aveva già partecipato all'edizione 2016 della Preghiera per la pace, che si svolse ad Assisi per il trentennale del primo incontro. "Si apra finalmente un nuovo tempo, in cui il mondo globalizzato diventi una famiglia di popoli", era stato in quell'occasione l'appello alla pace del pontefice: "Si attui - era stato il suo auspicio -  la responsabilità di costruire una pace vera, che sia attenta ai bisogni autentici delle persone e dei popoli, che prevenga i conflitti con la collaborazione, che vinca gli odi e superi le barriere con l’incontro e il dialogo. Nulla è perso, praticando effettivamente il dialogo. Niente è impossibile se ci rivolgiamo a Dio nella preghiera. Tutti possono essere artigiani di pace".

16 ottobre 2020, 14:47