Cerca

Vatican News
Tributo floreale in memoria di John Hume Tributo floreale in memoria di John Hume  

Funerali Hume, il Papa: uomo di fede e anima nobile

In un messaggio di cordoglio a firma del segretario di Stato vaticano, Francesco si rende presente ai funerali del Premio nobel per la pace John Hume stamani nella Cattedrale di Sant’Eugenio di Derry, dove il politico nordirlandese era nato

Isabella Piro - Città del Vaticano 

"Un’anima nobile” la cui fede cristiana “ha ispirato instancabili sforzi per promuovere il dialogo, la riconciliazione e la pace tra il popolo dell'Irlanda del Nord”: così, in un messaggio a firma del cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin, Papa Francesco esprime il suo cordoglio per la scomparsa, avvenuta il 3 agosto, di John Hume, politico nordirlandese e protagonista del processo di pace sul territorio. Nel suo messaggio, il pontefice si dice “rattristato” per la morte di Hume, vincitore del Premio Nobel per la pace nel 1998, esprime vicinanza e preghiera alla sua famiglia ed a tutti invia la sua benedizione. Le parole del Pontefice sono state lette durante la Messa esequiale del compianto statista, celebrata oggi, alle 11.30, nella Cattedrale di Sant’Eugenio di Derry, dove Hume era nato. Il rito si è svolto nel pieno rispetto delle norme sanitarie anti-contagio da coronavirus è ed stato trasmesso in diretta televisiva. A presiedere la celebrazione, l’Arcivescovo di Armagh e Primate d’Irlanda, Eamon Martin, e il vescovo locale, monsignor Donal McKeown, che ha pronunciato alcune parole introduttive, per ricordare che Hume “non ha solo sognato la pace”, ma l’ha messa in pratica: “La vocazione della sua vita era quella di essere un operatore di pace per il bene degli altri. Grazie al suo passato possiamo affrontare il futuro”, ha sottolineato il presule.

Hume: la compassione e l'impegno per l'unità

A tenere l’omelia, è stato padre Paul Farren, Amministratore della Cattedrale di Sant’Eugenio, il quale ha evidenziato la grande attenzione e cura che John Hume ha sempre posto nei confronti del prossimo. “Non si è mai voltato dall’altra parte, non si è mai tenuto a distanza – ha detto padre Farren – ma ha sempre mostrato compassione, lasciandosi coinvolgere e dando dignità a tante persone”. “Hume metteva tutti al primo posto – ha aggiunto – Non si concentrava sulle differenze e la divisione, ma sull’unità e sulla pace”. In tutta la sua vita, ha concluso l’Amministratore della Cattedrale, lo statista “non ha mai perso la fede nella pace, unica via”.

I messaggi dal mondo

Tra i tanti messaggi di cordoglio letti durante la celebrazione, anche quello di Bono, al secolo Paul Hewson, leader del gruppo musicale irlandese U2: “Cercavamo un gigante e abbiamo trovato un uomo la cui vita ha reso più grande tutta la nostra vita – ha scritto il cantante - Cercavamo un mediatore che capisse che nessuno vince se non vincono tutti e che la pace è l'unica vittoria”.

05 agosto 2020, 13:31