Cerca

Vatican News

Il Papa prega per le vittime dell'incidente aereo in Kazakistan

Secondo il bilancio ufficiale fornito dal comitato per le emergenze, sarebbero 12 i morti e 66 i feriti. Il Fokker 100 è precipitato poco dopo il decollo. Il dolore e la preghiera di Francesco per vittime e soccorritori

Avendo appreso con tristezza del recente incidente aereo di Almaty, Sua Santità Papa Francesco invia le sue condoglianze a tutti coloro che sono stati colpiti da questa tragedia. Prega specialmente per il riposo eterno dei defunti e per la guarigione dei feriti. Su tutti, specialmente su coloro che sono coinvolti negli sforzi di salvataggio e di recupero, Sua Santità invoca la forza e la pace di Dio Onnipotente.

Questo il messaggio di Papa Francesco, a firma del segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, a seguito dell'incidente in cui è rimasto coinvolto uno dei veivoli della compagnia Bek Air diretto a Nur-Sultan, capitale del Kazakistan. Il Fokker 100 è precipitato oggi alle 7.22 ora locale, le 2.22 in Italia, poco dopo il decollo da Almaty, colpendo un edificio in costruzione. A bordo dell'aereo c'erano 93 passeggeri, più i cinque membri dell'equipaggio. Il bilancio, nella speranza che non aumenti, è di 12 morti. I feriti sono 66 e alcuni di loro versano in gravi condizioni.

Secondo quanto riportato dalla Cnn, nell'impatto è morto anche il pilota. Il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev si è impegnato a risarcire i familiari delle vittime e ha proclamato per domani una giornata di lutto nazionale.

27 dicembre 2019, 13:16