Cerca

Vatican News

Francesco: la pace divina dà il coraggio di andare avanti

Le difficoltà della vita,le prove, le tribolazioni non possono turbarci se nel profondo del cuore abbiamo la pace del Signore. Se invece il nervosismo ha il sopravvento, c'è qualcosa che non funziona. Così il Papa nell'omelia a casa Santa Marta in cui descrive la pace quale dono che viene dallo Spirito Santo, capace anche di far sorridere il nostro cuore

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

Quando Gesù si congeda dai discepoli promette a loro e a noi, il dono della pace, che è diversa da quella del mondo. Parte da qui la riflessione di Francesco a Casa Santa Marta: non deriva dagli ansiolitici o dai soldi in banca la pace che il Signore ci dà è profonda, come la calma degli abissi marini, resta dentro e ha anche la capacità di farci sorridere e di farci andare avanti:

 

La pace ci insegna, questa di Gesù, ci insegna ad andare avanti nella vita. Ci insegna a sopportare. Sopportare: una parola che noi non capiamo bene cosa vuol dire, una parola molto cristiana, è portare sulle spalle. Sopportare: portare sulle spalle la vita, le difficoltà, il lavoro, tutto, senza perdere la pace. Anzi portare sulle spalle e avere il coraggio di andare avanti. Questo soltanto si capisce quando c’è lo Spirito Santo dentro che ci dà la pace di Gesù.
 

21 maggio 2019, 11:33