Cerca

Vatican News

Appello del Papa per lo Yemen: preghiamo per i bambini

Dopo l’Angelus, Francesco ha detto che segue con grande preoccupazione "la crisi umanitaria nello Yemen. La popolazione è stremata dal lungo conflitto e moltissimi bambini soffrono la fame”

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano

Preghiamo per i bambini dello Yemen che hanno fame, sete e sono in pericolo di morte. Con queste parole Papa Francesco, che oggi parte per Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, ha concluso dopo l'Angelus il suo accorato appello per lo Yemen, Paese scosso da una guerra che ha provocato finora migliaia di vittime e sfollati.  

“Con grande preoccupazione seguo la crisi umanitaria nello Yemen. La popolazione è stremata dal lungo conflitto e moltissimi bambini soffrono la fame, ma non si riesce ad accedere ai depositi di alimenti. Fratelli e sorelle, il grido di questi bambini e dei loro genitori sale al cospetto di Dio. Faccio appello alle parti interessate e alla Comunità internazionale per favorire con urgenza l’osservanza degli accordi raggiunti, assicurare la distribuzione del cibo e lavorare per il bene della popolazione. Invito tutti a pregare per i nostri fratelli dello Yemen. Preghiamo forte, perché sono dei bambini che hanno fame, che hanno sete, che non hanno medicine e sono in pericolo di morte. Portiamo a casa con noi questo pensiero.”

Nello Yemen, sconvolto dal conflitto, i più vulnerabili sono i bambini. Secondo l’organizzazione umanitaria “Save the Children”, tra gli sfollati i minori sono un milione e mezzo. Molti sono stati costretti a lasciare la scuola. Ed è anche forte il rischio che siano vittime di varie forme di sfruttamento e abuso. Sono infine tanti i bambini che continuano a morire a causa della mancanza di cibo e medicine.

Photogallery

Bambini dello Yemen
03 febbraio 2019, 12:27