Versione Beta

Cerca

VaticanNews

Papa: il diavolo divide, Dio unisce

Nella catechesi dell’udienza generale, il Pontefice prosegue le riflessioni sul Battesimo, “sorgente di vita”

Barbara Castelli – Città del Vaticano

 

Non è possibile stare bene con il diavolo e stare bene con Dio: “aderire a Cristo” vuol dire “distaccarsi da certi legami”, “tagliare dei ponti, lasciandoli alle spalle, per intraprendere la nuova Via”. Così Papa Francesco nella catechesi dell’udienza generale, ancora dedicata al Battesimo, “sorgente di vita”. Riflettendo “sui riti centrali, che si svolgono presso il fonte battesimale”, il Pontefice insiste sull’acqua e sulla conversione del cuore.

“Non è possibile aderire a Cristo ponendo condizioni. Occorre distaccarsi da certi legami per poterne abbracciare davvero altri. Noi, qualche gente, che non si sa bene il profilo che ha, sempre è riuscita a cavarsela bene ma non chiaramente. Diciamo: ‘Questo va bene con Dio e con il diavolo’. Eh, è vero: diciamo questo. No, questo non può andare: o stai bene con Dio o stai bene con il diavolo”.
 

02 maggio 2018, 13:41