Versione Beta

Cerca

Vatican News

Santo subito: tredici anni fa moriva Giovanni Paolo II

Il 2 aprile 2005, la scomparsa di San Giovanni Paolo II. La commozione dei fedeli, la profonda gratitudine per l’operato di Papa Wojtyła, l’omaggio commosso della gente di tutto il mondo

Giada Aquilino - Città del Vaticano

Erano le 21,37 del 2 aprile 2005: tredici anni fa moriva Papa Giovanni Paolo II. Da ore in Piazza San Pietro si erano radunate migliaia e migliaia di persone per recitare il Rosario: 7 milioni di pellegrini, si disse, si riversarono a Roma nei giorni dell’agonia e per i funerali di Karol Wojtyła.

L’annuncio della morte

Tante rimangono le immagini di dolore, insieme di gratitudine, ma anche di fede profonda, di quanti diedero il loro commosso saluto al Papa, eletto il 16 ottobre 1978. La sera della morte, a dare l’annuncio ai fedeli radunatisi ai piedi del Palazzo Apostolico fu il Sostituto della Segreteria di Stato, l’allora mons. Leonardo Sandri.

Il tributo della folla

Nei giorni successivi, si formarono lunghe file di gente proveniente da tutto il mondo per l’omaggio in Vaticano alla salma del Pontefice che, meno di dieci anni dopo la scomparsa, il 27 aprile 2014, sarebbe diventato Santo.

I funerali

A presiedere la Santa Messa esequiale, l’8 aprile del 2005, fu il cardinale Joseph Ratzinger, decano del Collegio cardinalizio. Pochi giorni dopo fu eletto Papa, scegliendo il nome di Benedetto XVI.

02 aprile 2018, 08:01