Cerca

Vatican News
Giovani peruviani in festa per Papa Francesco Giovani peruviani in festa per Papa Francesco  (AFP or licensors)

Papa a giovani: non truccate il cuore, Gesù vi ama come siete

All'Angelus a Lima, la festa di migliaia di giovani peruviani

Alessandro Gisotti – Città del Vaticano

Un Angelus con il sapore della Gmg quello di oggi a Lima. Papa Francesco si affaccia dal balcone dell’arcivescovado della capitale peruviana, subito dopo l'incontro con i vescovi. Davanti a lui, radunati nella Plaza de Armas, migliaia di giovani che lo applaudono e lo accolgono con canti festosi. Il Papa dedica la sua meditazione proprio alla gioventù peruviana, notando che siamo nell'anno del Sinodo dedicato ai giovani. “I vostri volti, le vostre aspirazioni, la vostra vita – esordisce – sono importanti per la Chiesa e dobbiamo dare ad essi l’importanza che meritano e avere il coraggio” dei giovani che hanno seguito Gesù. 

Affidatevi a Gesù nei momenti difficili della vostra vita

Il Papa parla dunque proprio degli esempi di Santi che già da giovani hanno speso la vita per il Signore e per gli altri. E’ il caso di San Martin de Porres che si affidò totalmente a Gesù, perché sapeva che il Signore aveva fiducia in lui. E così, ha ripreso, anche oggi ha fiducia nei giovani e mai si stancherà di avere fiducia in loro. Ad ognuno di noi, ha aggiunto a braccio, il Signore affida qualcosa, e la nostra risposta deve essere avere fiducia in Lui. Certo, riconosce il Papa, “a volte diventa molto difficile”, situazioni negative ci portano a pensare che non sarà possibile realizzare i sogni della propria vita.

“ Non dimenticate mai che Gesù è sempre accanto a voi ”

Proprio in questi momenti, è stata la sua esortazione, “non dimenticatevi che Gesù è accanto a voi. Non datevi per vinti, non perdete la speranza”. E invita i giovani a rivolgersi ai Santi, a chiedere la loro intercessione, ricordando - tra gli applausi - che il Perù è una terra ricca di Santi.

Non “fotoshoppate” il vostro cuore, Gesù vi ama come siete

“Gesù – ha proseguito – vuole vedervi in movimento”, ma domanda il Papa rivolgendosi direttamente ai ragazzi peruviani, "siete disposti a seguirlo?" A volte, constata Francesco, ci sono amici che possono scoraggiarci per come si comportano, ma il Signore non ci delude mai.

“So – soggiunge – che è molto bello vedere le foto ritoccate digitalmente, ma questo serve solo per le foto, non possiamo fare il ‘fotoshop’ agli altri, alla realtà, a noi stessi”. “I filtri colorati e l’alta definizione – riprende – vanno bene solo nei video, ma non possiamo mai applicarli agli amici”.

Ci sono foto che sono molto belle, ma sono tutte truccate, e lasciate che vi dica che il cuore non si può ‘fotoshoppare’, perché è lì che si gioca l’amore vero, è lì che si gioca l’amore vero, è lì che si gioca la felicità. Gesù non vuole che ti ‘trucchino’ il cuore, Lui ti ama così come sei e ha un sogno da realizzare con ognuno di voi.

Non mascherate il vostro cuore, riempite la vita di Spirito Santo

“Quando Gesù ci guarda - ha detto ancora - non pensa a quanto siamo perfetti, ma a tutto l’amore che abbiamo nel cuore da offrire agli altri e servirli”.

Per Lui, quella è la cosa che conta e insiste sempre su questa, non bada alla tua statura, se parli bene o male, se ti addormenti mentre preghi, se sei molto giovane o anziano. L’unica domanda è: vuoi seguirmi ed essere mio discepolo ? Non perder tempo a mascherare il tuo cuore, riempi la tua vita di Spirito Santo!

Nel seguire Gesù, ha concluso il Papa, “non si resta mai esclusi, mai. Anche se sbagliamo, il Signore ci offre sempre una nuova possibilità per riprendere a camminare con Lui”.

Ascolta il servizio con la voce del Papa all'Angelus
21 gennaio 2018, 18:30