Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Volontari a lavoro a Las Palmas Volontari a lavoro a Las Palmas 

Lima. Base di Las Palmas. P.Luis Ayala: il Papa porterà una parola di speranza

Mentre il Papa ha iniziato il suo Viaggio Apostolico dal Cile, il Perù lo attende e completa i preparativi per accoglierlo al meglio

Amedeo Lomonaco- Città del Vaticano 

Oggi la prima Messa del Papa dopo il suo arrivo in Cile, nel grande spazio del Parque O’Higgins a Santiago con almeno 400mila persone. Intanto grandi preparativi fervono in Perù dove un bagno di folla si prevede per l’ultimo appuntamento del Papa prima del rientro a Roma, domenica prossima nell'ultima celebrazione eucaristica. Il grande palco per l’altare è quasi pronto nella Base aerea di Las Palmas e a lavoro ci sono tanti volontari.

Papa con noi: motivo di speranza

Sarà uno dei momenti centrali del viaggio apostolico di Papa Francesco in Perù . A Las Palmas si prevede che parteciperà alla celebrazione oltre un milione di persone. Sull’altare verrà esposta l’immagine del “Señor de los Milagros”. Il Papa – sottolinea padre Luis Ayala coordinatore di Caritas Lima – porterà una parola di speranza a tanti fratelli: ad attenderlo ci saranno 2500 malati che vogliono incontrarlo. Il "Papa viene anche per portare la Parola di Dio e in questo Paese sarà un momento di unità": padre Ayala sottolinea le difficoltà politiche di oggi e la stanchezza della popolazione per le tante incertezze. " Siamo un popolo molto credente, la fede è forte e sentiamo Dio vicino".

E’ la terza volta che un Pontefice viene in Perù

"Per noi", dice padre Ayala, "il ricordo di san Giovanni Paolo II è ancora molto forte, lui checi  ha chiamato tutti alla riconciliazione e alla pace in un momento molto difficile. Oggi con Francesco proviamo un grande gaudio in cuore e aspettiamo e siamo pronti a vivere un momento di unità e fiducia".

Ascolta e scarica l'intervista a padre Luis Ayala
16 gennaio 2018, 15:50