Cerca

Vatican News

A Messa solo la Parola di Dio! Il giornale si legge dopo

Papa Francesco, nella prima catechesi dedicata alla Liturgia della Parola, ha spiegato che a Messa sono proibite omissioni o sostituzioni delle Letture previste dal Lezionario. E invece ci sono celebranti che leggono articoli di giornale

A Messa, nella Liturgia della Parola, quella di Dio diventa parola viva, ha detto Papa Francesco all’Udienza generale. E’ Dio che dialoga col suo popolo, per questo sono proibite “scelte soggettive” delle Letture: quelle contenute nei Lezionari, proclamate in tutto il mondo, favoriscono la comunione ecclesiale, accompagnando il cammino di tutti.

Ma qualcuno, ho sentito che se c’è una notizia legge il giornale, perché è la notizia del giorno. No! La Parola di Dio è la Parola di Dio! Il giornale lo possiamo leggere dopo. Ma lì si legge la Parola di Dio. È il Signore che ci parla. Sostituire quella Parola con altre cose, impoveriscono e compromettono il dialogo tra Dio e il suo popolo in preghiera.

Papa Francesco lo ha sottolineato nella prima catechesi dedicata, nel ciclo sulla Santa Messa, alla Liturgia della Parola, come dialogo tra Dio e il suo popolo. Un’udienza iniziata ospitando sulla Papamobile 6 bambini dell’Avis, i volontari della donazione di sangue.

31 gennaio 2018, 15:11