Cerca

Vatican News
Vaccinazioni Vaccinazioni  (ANSA)

Covid, preoccupa la variante Delta: nuovi focolai nel mondo

Nuove misure negli Stati Uniti, dove il presidente Joe Biden esorta i governi locali a pagare 100 dollari a persona per farsi vaccinare: "In troppi stanno morendo". Cresce il numero dei contagi in Cina ed è allarme nel Myanmar. Israele invita gli over 60 alla terza dose di vaccino. In Italia casi in aumento

Salvatore Cernuzio - Città del Vaticano

Il Covid-19 avrebbe provocato la morte di oltre 4 milioni di persone nei cinque continenti dalla fine di dicembre 2019. Ad affermarlo è un recente rapporto redatto dalla Afp, in cui si afferma che al primo posto tra i Paesi che hanno registrato più decessi, con una percentuale maggiore di Brasile e India, ci sono gli Stati Uniti.

Biden: 100 dollari per farsi vaccinare

E proprio dagli Usa, arrivano le nuove misure del presidente Joe Biden che ha esortato i governi locali a pagare 100 dollari ad ogni persona per farsi vaccinare contro il Covid.  Biden ha stabilito, al contempo, nuove regole che richiedono ai lavoratori federali di fornire la prova della vaccinazione oppure affrontare test settimanali e bisettimanali e subire restrizioni negli spostamenti.

Le misure sono l’ultimo tentativo di Biden di spronare gli americani riluttanti alla vaccinazione, a causa anche di una cattiva informazione, mentre la variante Delta aumenta a livello nazionale. “In questo momento troppe persone stanno morendo o stanno vedendo morire qualcuno che amano”, ha detto Biden ai giornalisti alla Casa Bianca. “Con la libertà arriva la responsabilità. Quindi, per favore, esercitate un giudizio responsabile. Vaccinatevi per voi stessi, per le persone che amate, per il vostro Paese”.

Negli Usa, oltre 163 milioni i vaccinati

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa 163,8 milioni di persone negli Stati Uniti sono completamente vaccinate su una popolazione di circa 330 milioni. Il governo federale è il più grande datore di lavoro degli Stati Uniti e la mossa di Biden potrebbe servire da esempio per le imprese private e altre istituzioni da seguire, mentre valutano il ritorno dei lavoratori negli uffici e nei luoghi di lavoro.

Nel frattempo i governi statali, locali e territoriali degli Stati Uniti potranno attingere a 350 miliardi di dollari di aiuti contro il coronavirus per fornire pagamenti di 100 dollari per ogni americano appena vaccinato con lo scopo di aumentare i livelli di inoculazione, ha detto il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. “So che pagare le persone per farsi vaccinare potrebbe sembrare ingiusto nei confronti di chi si è già vaccinato. Ma le cose stanno così: se gli incentivi ci aiutano a battere questo virus, credo che dovremmo usarli”, ha detto Biden.

Variante Delta più grave delle altre varianti

La preoccupazione maggiore è per la variante Delta, che causerebbe un’infezione più grave delle varianti scoperte in precedenza, diffondendosi facilmente come la varicella. Affermazioni, queste, messe nero su bianco in un documento redatto dalla massima autorità sanitaria federale statunitense, pubblicato in queste ore dal Washington Post.

Nuovi focolai in Cina, allarme in Birmania

Ed è sempre il ceppo Delta a diffondersi in Cina - dove finora sono state somministrate 1,6 miliardi di dosi di vaccino -. Si registrano 64 nuovi casi di contagi in diverse province. Ad annunciarlo è la Commissione Nazionale per la Salute della Cina, parlando di 21 casi di un’infezione locale, 18 dei quali nella provincia orientale di Jiangsu, teatro di un piccolo focolaio nei giorni scorsi.

Allarmante, invece, la situazione in Myanmar che rischia di diventare “disperata”, come ha affermato dal Regno Unito alle Nazioni Unite, parlando di quasi 27 milioni di persone a rischio infezione nelle prossime due settimane. Mentre il Messico conta il 35% in più di morti per Covid rispetto alla cifra annunciata dal governo; dati, questi, dell’Istituto nazionale di statistica, Inegi. Intanto Israele invita i suoi cittadini oltre i 60 anni a ricevere una terza dose di vaccino. Infine l’Italia con i contagi in aumento, oltre 6mila casi, e il tasso di positività al 2,7%. Salito nelle ultime ore anche il numero di ricoveri ordinari e di pazienti nelle terapie intensive.

30 luglio 2021, 08:20