Cerca

Vatican News
Vaccino anti Covid-19 Vaccino anti Covid-19   (ANSA)

Covid: record di vittime in Brasile. Astrazeneca ancora sotto esame

Al centro in questi giorni la questione di un possibile legame tra il vaccino Astrazeneca e i casi di trombosi registrati in vari Paesi. Possibile un pronunciamento dell’Ema già oggi o domani. Intanto stamattina in Italia riaprono le elementari fino alla prima classe della scuola media

Adriana Masotti - Città del Vaticano

Nuovo record di morti per il Covid in Brasile: secondo il ministero brasiliano della Sanità nelle ultime 24 ore si sono registrate 4.195 vittime. Il Paese, dove in totale si calcolano almeno 336.947  morti per complicanze legate al virus su 13.100.580 contagi accertati, è il secondo Paese al mondo più colpito dalla pandemia dopo gli Stati Uniti. In Europa, record giornaliero raggiunto anche in Turchia con quasi 50 mila casi di contagio in un giorno, per lo più a causa della variante inglese.

Attesa per l'esito degli esami su Astrazeneca

Intanto il vaccino anti-Covid di AstraZeneca è nuovamente sotto la lente dell'Agenzia europea dei medicinali, Ema, a seguito degli eventi di trombosi segnalati soprattutto tra le donne più giovani. Tornando a pronunciarsi sulla questione, ieri, l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che non c'è un legame tra il vaccino AstraZeneca e i casi di trombosi e che "il rapporto rischi-benefici del vaccino è ancora largamente positivo". Ma, parlando a titolo personale, il responsabile della strategia sui vaccini dell'Agenzia europea ha detto possibile un legame con il vaccino e rari coaguli di sangue. Berlino ha già deciso di sospenderne la somministrazione tra le donne under-60. Entro oggi o domani, si attende un pronunciamento ufficiale dell'Ema, in base al quale anche l'Agenzia italiana del farmaco, Aifa, farà le proprie valutazioni. Intanto stamattina in Italia riaprono le scuole: a tornare in aula i bambini delle elementari e gli alunni della prima media.

07 aprile 2021, 08:23