Cerca

Vatican News
Parliamentary elections Elezioni in Croazia  (ANSA)

Croazia, le elezioni vinte dall'Unione Democratica (Hdz)

Nelle legislative di ieri all’Hdz è andato il 37,3 per cento dei voti. Il premier Plenkovic: "Ci attendono sfide difficili, per le quali siamo pronti ad assumerci la piena responsabilità". Sconfitta per i socialisti, si dimette il leader

Alessandro Guarasci - Città del Vaticano

In Croazia lo spoglio delle schede praticamente terminato conferma la larga vittoria elettorale dell'Unione democratica croata (Hdz), il partito conservatore del premier Andrej Plenkovic. Nelle legislative di ieri all’Hdz è andato il 37,3 per cento dei voti. Plenkovic ha detto che "dopo questo grande risultato, e la fiducia della maggioranza dei croati,  ci attendono sfide difficili, per le quali siamo pronti ad assumerci la piena responsabilità".

Probabile coaliazione di governo

L'Unione democratica croata ha vinto di appena un punto percentuale in più rispetto a quattro ani fa, ma la matematica del sistema elettorale garantisce ai conservatori 66 mandati parlamentari sul totale di 151, cinque in più di quelli ottenuti nelle elezioni nel 2016. Gli analisti prevedono che Plenkovic non avrà eccessive difficoltà a formare una stabile coalizione di governo, alla quale si uniranno probabilmente anche gli otto deputati delle minoranze etniche.

Si dimette il leader dei socialisti

Il centrosinistra, unito nell'ampia coalizione Restart guidata dai socialdemocratici, ha subito invece una dura sconfitta ottenendo il 24,9 per cento a livello nazionale, il risultato peggiore in più di vent'anni. Il leader del Partito socialdemocratico (Sdp), Davor Bernardic, si è dimesso dalla guida del partito. "La direzione dell'Sdp è consapevole della propria responsabilità, come lo sono anch'io, e mi ritiro dalla guida del partito", ha detto stamane Bernardic, annunciando anche che non intende ricandidarsi al prossimo congresso.

Avanzano i Verdi

Al terzo posto con l'11 per cento figura la destra nazionalista e sovranista, mentre il partito Most  ha ottenuto il 7,5 per cento dei voti. La grande novità delle elezioni di ieri è stato il successo dei Verdi, che con il 7 per cento sono diventati la quinta forza politica nel Paese, entrando per la prima volta nel parlamento di Zagabria.

 

06 luglio 2020, 14:11