Cerca

Vatican News
Gli incendi in Australia Gli incendi in Australia  (AFP or licensors)

L’Australia devastata dalle fiamme: un grave danno per l’ecosistema

L’Australia brucia. Quasi 200 mila gli ettari di boschi e foreste distrutti dalle fiamme. Sydney è invasa dal fumo che rende pericolosa la qualità dell’aria. Anche gli ecosistemi australiani risultano gravemente danneggiati

Maria Pilar Cappelli – Città del Vaticano

Cresce in Australia la preoccupazione per l’intensa ondata di incendi che sta distruggendo gran parte delle foreste della zona orientale del paese. Sono ormai settimane che il Nuovo Galles del Sud è devastato dalle fiamme, almeno sei le vittime accertate e centinaia le abitazioni ridotte in cenere. Un vero e proprio disastro ambientale.

Continuano gli incendi

“Purtroppo la realtà è drammatica, si tratta di uno degli eventi più disastrosi che abbia mai interessato l’Australia”. Ad affermarlo è Isabella Pratesi, direttore del programma di Conservazione WWF Italia. L’Australia si trova soltanto all’inizio della stagione estiva ed esiste il timore fondato che il picco di caldo previsto per gennaio possa portare ulteriori complicazioni e distruzioni. Sono quasi 200 mila gli ettari di boschi e foreste andati in fumo e i roghi, che hanno raggiunto anche l’area protetta delle Blue Mountains, non sembrano acquietarsi.  Le temperature registrate risultano sempre più alte e l’aggravarsi della siccità crea la miscela perfetta per l’innesco dei cosiddetti “megafires”, incendi di portata così estesa da risultare del tutto ingestibili. Il fumo sprigionato dagli incendi inoltre, complice il forte vento, ha invaso la città di Sydney tanto che il dipartimento dell’ambiente ha dichiarato pericolosa la qualità dell’aria ed ha invitato i cittadini a rimanere al chiuso e a limitare le attività all’aria aperta.

Ascolta l’intervista ad Isabella Pratesi

Ecosistema a rischio

A farne le spese anche il delicato e prezioso ecosistema della costa orientale australiana. Ciò che rimane delle estensioni di foreste, ultime roccaforti per le sempre più esigue colonie di koala è stato fortemente danneggiato. Gli esperti stimano che siano più di duemila i koala uccisi dal fumo e dalle fiamme, che hanno ormai distrutto un terzo del loro habitat. Una situazione estremamente allarmante anche per Isabella Pratesi: “È doveroso proteggere le foreste poiché un’eventuale estinzione dei koala in questa zona dell’Australia comporterebbe l’estinzione della specie in tutto il pianeta”.

La deforestazione riguarda tutti

Il dramma delle fiamme e della deforestazione è un flagello che colpisce anche altre aree del pianeta. Vaste distese dell’Amazzonia vengono costantemente ridotte in cenere e anche in Indonesia così come nel bacino del Congo in Africa, il patrimonio forestale è sempre meno tutelato. Per Isabella Pratesi “le foreste appartengono al pianeta e sono il nostro futuro, per questo dobbiamo averne cura”. Gli alberi costituiscono i principali alleati contro la lotta ai cambiamenti climatici, a loro volta strettamente connessi con i disastri ambientali. Come dimostra ciò che sta accadendo in Australia, dove le temperature raggiungono ormai abitualmente picchi di cinquanta gradi. Una realtà insolita anche per le roventi estati australiane.


 

12 dicembre 2019, 13:19