Cerca

Vatican News

A Palidoro inaugurata “Spiaggia libera tutti”

Un accesso gratuito alla spiaggia del litorale laziale per i bimbi disabili e per quelli ricoverati al Bambino Gesù di Palidoro. E’ l’iniziativa inaugurata oggi da Casa Ronald che ospita famiglie con bimbi in cura nella struttura della Santa Sede

Benedetta Capelli e Luca Collodi – Città del Vaticano

Vivere l’estate con i suoi colori anche se, purtroppo, si deve stare in ospedale. E’ il regalo che Casa Ronald ha voluto fare ai bambini ricoverati all’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Palidoro e agli altri bimbi ospitati nella struttura legata alla “Fondazione per l’infanzia Ronald McDonald”. E’ stata infatti aperta oggi una spiaggia inclusiva, attrezzata anche in caso di disabilità e con gli ausili e i supporti necessari, in via della Torre di Palidoro a Fiumicino.

Un regalo per i bimbi

Inaugurando stamani il progetto “Spiaggia libera tutti”, Mariella Enoc, presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, ha sottolineato che iniziative di questo tipo accelerano “le prospettive di guarigione, rinforzando i legami di affetto e sostegno reciproco nelle famiglie che sono alla base di ogni percorso di cura”. “La gioia di vivere – ha affermato -  è il più potente elemento di tutte le terapie e sono sicura che questo progetto potrà liberarne tantissima!”

Accoglienza per le famiglie

“Casa Ronald – spiega Flaviano Pinna, direttore di Casa Ronald Roma Palidoro – è una casa che ospita in maniera gratuita le famiglie dei bambini ricoverati. Un modo per stare accanto al bimbo durante la degenza in ospedale avendo a disposizione una camera, un bagno privato, una cucina, la lavanderia e anche l’intrattenimento per i bambini con personale qualificato anche nel campo della disabilità”. “Durante il week-end – prosegue Pinna - sarà un piacere per noi ospitare i bambini non solo di Casa Ronald ma anche quelli ricoverati, sempre secondo le indicazioni della Direzione sanitaria. Purtroppo l’estate dei piccoli pazienti non può essere come quella degli altri bambini, la nostra idea è di fare un regalo senza escludere nessuno”.   

Le collaborazioni

Da dieci anni la Fondazione vanta una collaborazione con il Bambino Gesù grazie a due Case Ronald: una a Palidoro e l’altra a Roma. C’è poi una Casa a Firenze in sinergia con l’Ospedale Meyer, a Brescia con gli Spedali Civili oltre a due Family Room all’interno dell’Ospedale S. Orsola di Bologna e una all’interno dell’Ospedale Infantile Cesare Arrigo di Alessandria. Si tratta di aree situate all’interno del padiglione medico pediatrico, dedicato alle famiglie, luoghi di ristoro e relax ma anche di gioco come se si fosse a casa. Dal 1999 ad oggi, nel corso della sua attività in Italia, la Fondazione ha supportato più di 40mila bambini e famiglie, offrendo oltre 200 mila pernottamenti.

Ascolta l'intervista a Flaviano Pinna
07 agosto 2019, 13:20