Cerca

Vatican News
Senegal, campagna elettorale Senegal, campagna elettorale  (ANSA)

Senegal. Elezioni presidenziali: 5 i candidati

Sono 6milioni e 600mila i senegalesi iscritti al voto per una sfida che vede cinque candidati in corsa, compreso l’attuale presidente Macky Sall

Elvira Ragosta - Città del Vaticano

Sarà una domenica elettorale quella che si appresta a vivere domani il Senegal, dove si svolgerà il primo turno delle presidenziali.
Le candidature presentate per queste elezioni sono state ben 84, ma solo cinque sono i nomi ammessi per la corsa per un mandato, che in base al referendum del 2016, durerà cinque anni, anziché sette, come in precedenza. L’attuale presidente Macky Sall punta al secondo mandato e sembra essere il favorito. I suoi sfidanti sono l’ex primo ministro Idrissa Seck, l’ex avvocato dell’ex presidente Wade, Madické Niang, il professore Issa Sall, già deputato dell’Assemblea nazionale, e Ousmane Sonko, il più giovane tra i candidati

Il parere dell'africanista Giardina

Per Vincenzo Giardina, africanista dell’agenzia 'Dire', il presidente uscente Sall è considerato il favorito anche perché due dei suoi principali sfidanti, che avevano un certo seguito popolare - ovvero l’ex sindaco di Dakar, Khalifa Sall, e l’ex ministro Karim Wade, figlio dell’ex presidente Abdoulaye - hanno visto invalidate le loro candidature. Riguardo, invece, agli altri quattro candidati, Giardina afferma: “Devono fare i conti con alcuni progetti infrastrutturali, che sono stati anche una vetrina internazionale per il Senegal e su cui l’attuale presidente Sall ha puntato negli ultimi anni, in particolare nella fase finale del suo mandato”.

Ascolta l'intervista a Vincenzo Giardina
23 febbraio 2019, 14:44