Versione Beta

Cerca

Vatican News

Emirati Arabi: è tutto pronto per il più grande raduno della gioventù cattolica

La Conferenza sarà il più grande raduno di giovani cattolici mai ospitato in un Paese della Penisola arabica. Si svolgerà il 26 e 27 ottobre, contemporaneamente alla fase finale del Sinodo sui giovani in corso a Roma. Intervista al vescovo Paul Hinder, vicario apostolico per l'Arabia meridionale

Claudia Valenti – Città del Vaticano

Più di mille ragazzi, ragazze e giovani adulti, dai 18 ai 35 anni, si raduneranno a Ras al Khaimah, negli Emirati Arabi Uniti, per partecipare alla Conferenza della gioventù cattolica in Arabia 2018. “Aspettiamo almeno 1.200 giovani” dichiara a Vatican News il vescovo Paul Hinder, vicario apostolico per l'Arabia meridionale. Arriveranno da tutta la penisola arabica: Oman, Kuwait, Bahrain, Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti, per prendere parte agli incontri e ai momenti assembleari che si terranno presso la chiesa dedicata a Sant'Antonio da Padova.

La Chiesa in ascolto dei giovani

La conferenza – si legge nel comunicato di presentazione dell'evento - vuole rispondere all'invito rivolto da Papa Francesco a incontrare i giovani nei loro contesti di vita, per porsi in ascolto delle loro attese e riproporre il volto di Gesù testimoniato e annunciato dalla Chiesa, sempre pronta a “accogliere, integrare e camminare insieme fianco a fianco”. “Vorremmo rafforzare nella loro fede – spiega il vescovo Paul Hinder – questi giovani, che vivono in situazioni difficili. Noi vescovi saremo con loro per dimostrargli la nostra solidarietà e il nostro amore”.

Un’occasione per riflettere e divertirsi

Analoghi raduni di giovani cattolici erano già stati organizzati in passato, a Dubai nel 2009 e ad Abu Dhabi nel 2012. I due giorni di conferenza saranno scanditi dalla celebrazione della messa quotidiana, da momenti di preghiera e adorazione, ma anche da incontri di confronto e discussione. Ci saranno inoltre occasioni di festa, con la partecipazione di band di rock cristiano, come Ablaze Us, MasterPlan Band, Inside Out Christian Rock Band, Co-Heirs e Redeemers Band.

Un invito a non avere paura

“Quest'anno – dice il vescovo Paul Hinder - le occasioni di riflessione saranno ispirate alla frase rivolta alla Madonna dall'Arcangelo Gabriele” (“Non temere, Maria, poiché hai trovato grazia presso Dio”, Lc 1,30), in linea con il tema mariano della prossima Giornata Mondiale della Gioventù, in programma a Panama dal 22 al 27 gennaio 2019. “Vogliamo dire a questi giovani di non avere paura – continua il vescovo – perché anche loro possono gioire della grazia di Dio senza timore”. “Proprio la Vergine Maria – ha dichiarato il vescovo in un’intervista a Fides - “può insegnarci in una maniera unica a vivere come figli di Dio e irradiare amore, gioia e pace nel mondo”.

Ascolta l'intervista a Paul Hinder
24 ottobre 2018, 11:09