Versione Beta

Cerca

Vatican News
Maratona Maratona  

Via Pacis: in corsa per la pace

Domani, domenica 23 settembre, con partenza alle 9 da via della Conciliazione, si svolgerà la seconda edizione della Maratona interreligiosa per la pace. Attesi cinquemila partecipanti alla gara non competitiva

Emiliano Sinopoli – Città del Vaticano

L’evento, promosso da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, Dicastero della Santa Sede, con l'organizzazione della Fidal - Federazione Italiana di Atletica Leggera, attraverserà i luoghi più simbolici della capitale con arrivo nel Villaggio Run for Peace davanti a Castel Sant’Angelo dove avverranno le premiazioni di tutte le associazioni partecipanti. La manifestazione si compone di due eventi che coinvolgeranno migliaia di persone su due distanze: 21,097 km per la Half Marathon e 5 km per la Run for Peace, corsa amatoriale non competitiva.

Una maratona nel cuore di Roma

Il percorso della Rome Half Marathon Via Pacis collega luoghi di culto emblematici della Capitale appartenenti a diverse confessioni e comunità religiose, come la Basilica di San Pietro, la Moschea, la Sinagoga, altre chiese cristiane e luoghi religiosi presenti a Roma, oltre alle bellezze archeologiche e architettoniche di Roma. In questa edizione correranno circa 2600 persone. Un numero che proietta la gara, al secondo anno di svolgimento, tra le prime dieci prove sulla distanza in Italia.

Lanciare un messaggio di pace, speranza e integrazione

Due giorni dopo la Giornata Internazionale della Pace, istituita nel 1981 nella giornata del 21 settembre, i temi della Via Pacis sono più che mai attuali. Per questo alla partenza oltre ai leader religiosi ci saranno anche tante realtà che operano per lanciare messaggi di pace. A partire dai “maratoneti del Papa”, ovvero il team Athletica Vaticana, la rappresentativa podistica formata da dipendenti della Santa Sede, che correranno insieme a 100 migranti ospiti della cooperativa “Auxilium” per lanciare un messaggio di pace e di speranza e per proporre una testimonianza concreta di accoglienza, inclusione e integrazione.

Run for peace: attesi 5000 partecipanti

La gara, alla quale è abbinata la Run For Peace, una non competitiva di 5 chilometri, in questa seconda edizione ha fatto registrare un incremento di iscritti superiore del 50% rispetto alla prima edizione. Si attendono, infatti, oltre 5.000 partecipanti. Le nazioni rappresentate sono 42, inclusa l'Italia che conta 2226 iscritti. I cinque paesi più rappresentati dopo l'Italia sono la Gran Bretagna con 23, la Polonia con 21, Filippine con 15, Norvegia e Olanda con 12. Il percorso, partirà sempre da via della Conciliazione attraversarà parte del centro storico, da via del Teatro Marcello, si passerà per Piazza Venezia, Piazza del Gesù, Largo di Torre Argentina, Corso Vittorio Emanuele II, via San Pio X per terminare di nuovo in via della Conciliazione. Quest'anno la Run For Peace ha lanciato il Progetto Charity coinvolgendo diverse associazioni no profit che hanno prenotato centinaia di pettorali solidali.

Una medaglia per commemorare Nelson Mandela

Quest’anno Via Pacis è stata inserita dalla Nelson Mandela Foundation tra gli eventi internazionali commemorativi del centenario della nascita del leader sudafricano al quale è stata dedicata la medaglia dei finisher, il cui bozzetto originale è stato realizzato dall’artigiano romano Dante Mortet. Per l'occasione, domenica sarà presente alla partenza della Via Pacis la nipote del leader sudafricano, Ndileka Mandela, che prima della gara leggerà un testo in ricordo del nonno, insieme ai tanti leader religiosi delle diverse confessioni.

 

22 settembre 2018, 11:38