Versione Beta

Cerca

Vatican News
Il prototipo dell'aereo russo abbattuto sui cieli siriani Il prototipo dell'aereo russo abbattuto sui cieli siriani  (AFP or licensors)

Siria: abbattuto aereo russo. Mosca accusa Israele

Per l’abbattimento dell’aereo militare russo in Siria della notte scorsa, Mosca ritiene Israele come unico paese responsabile. Il ministero degli Esteri russo ha convocato l’ambasciatore israeliano a Mosca

Elvira Ragosta - Città del Vaticano

Il velivolo è stato colpito per errore dai sistemi di difesa siriani, impegnati a rispondere ai raid israeliani sulla provincia di Latatkia. L’aereo militare russo era scomparso dai radar nella notte mentre sorvolava il Mediterraneo, di ritorno alla base aerea russa di Khmeimim, in Siria. Stefano Silvestri, consigliere dell’Iai (Istituto Affari Internazionali) ritiene che in una situazione di guerra gli incidenti possono essere numerosi anche quando non sono ricercati, e restano comunque pericolosi.

A Sochi, intanto, Russia e Turchia hanno firmato un memorandum per la stabilizzazione della zona di de-scalation di Idlib. “La creazione di una fascia di rispetto negata sia ai siriani che ai terroristi - spiega Silvestri - è indicazione della volontà di mantenere una zona a protezione della popolazione. In questo senso - aggiunge - è positivo, ma bisognerà vedere quanto dura”.

Ascolta l'intervista a Silvestri
18 settembre 2018, 13:26